I racconti del treno

Ora di cena.
La tavola è apparecchiata e la pasta nel piatto.
Mia figlia, 5 anni a maggio: “Papà, sai cos’è successo oggi alla mamma? Era sul treno che veniva a casa e il treno si è fermato in campagna. Poi però è ripartito. Ma dopo si è fermato ancora. Allora la mamma ha telefonato alla nonna R. se poteva venire a prendermi a scuola. Ma la nonna non era a casa. Allora la mamma ha telefonato al nonno E. se poteva venire lui, ma anche lui non era a casa. Allora la mamma ha chiamato la mia scuola, ma la mia tata Linda non c’era e l’altra tata ha detto che non poteva arrivare in ritardo. Allora la mamma ha detto che chiamava la mamma di un amichetto di sezione per prendermi, ma la tata ha detto che non poteva se non aveva la derega [delega].  Poi la mamma è arrivata solo con 5 minuti di ritardo perché poi il treno è ripartito”.
Intanto la pasta si è raffreddata.
 
Vorrei ringraziare Trenitalia perché fornisce a mia figlia nuove storie da raccontare.
 

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Malaferrovia, Vita da Pendolante e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a I racconti del treno

  1. STE ha detto:

    giuro giuro che anche le tangenziali danno il suo bel da fare ……

    "Mi piace"

  2. Fabio ha detto:

    Da notare comunque lelasticità e disponibilità della tata. Chissà perché li chiamano servizi.

    "Mi piace"

    • Pendolante ha detto:

      quando scatta l’ora X le mura della scuola si contorcono e richiudono su chi vi rimane all’interno senza aver pagato la giusta quota. Compiango chi non ha una rete familiare che supporta le carenze dei “servizi”

      "Mi piace"

  3. pendolo0 ha detto:

    Anche io, pur non avendo figli, mi rendo conto che pendolando si deve imparare a gestire la vita come un equilibrista, sempre sul filo del rasoio, e poi ci vuole sempre un piano di riserva, che pero` spesso non basta… allora bisogna prevedere un piano di riserva del piano di riserva, ma a volte non basta nemmeno quello 😦

    "Mi piace"

  4. FMF ha detto:

    …ma sapeste che bello sentirsi raccontare quelle storie…!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...