Dove fermano i treni

Dove fermano i treni, di Luciano Ligabue, dall’album  Sopravvissuti e Sopravviventi, 1993

 

Binario tre un rapido con destinazione andar via
per quelli che ci credono che spostarsi
li salvi comunque sia… ma
due militari su una panchina
voglia di donna, voglia di casa, voglia ora
il fante di spade fa l’occhiolino
vive nei cessi e spesso le ha prese tante e ancora.
Dove fermano i treni
parte un pò di vita, da
dove fermano i treni
e proprio là dove fermano i treni
parte sempre un altro varietà
parte sempre un nuovo varietà.
Chi parte e chi arriva e chi viene lì solo a guardare
protagonisti anonimi, sì ma interpretazione reale
un vagabondo nel suo cappotto
brucia il giornale usato per letto
e fischia la Carmen
uno nervoso in sala d’aspetto
è lì da giorni senza biglietto, piange e dorme.
Dove fermano i treni
parte un pò di vita, da
dove, fermano i treni
e proprio là dove fermano i treni
parte sempre un altro varietà
parte sempre un nuovo varietà.
La cameriera del bar che ogni tanto ammira
un panorama di Cuba su una cartolina
poi asciuga il bicchiere ed il naso e… sospira.
Un juke box rovinato e buono da buttare
suona sempre una vecchia canzone d’amore
per un tipo con tanta moneta
e qualcosa da ricordare.
Poi c’è quella che prima chiede se hai da fumare
poi ti chiede se hai voglia di fare l’amore
ed infine ti prega di darle qualcosa, sta, sta male.
E sul vecchio cartello di Bitter Campari
su colonne, vetrine ed infine sui muri
passi, metti la firma ed infine e vai fuori.
Parte un pò di vita, da
dove fermano i treni
parte un pò di vita, da
dove fermano i treni
e proprio là dove fermano i treni
parte sempre un altro varietà
parte sempre un nuovo varietà.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Il treno in musica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Dove fermano i treni

  1. Fabio ha detto:

    Sai che ti voglio bene, ma questa non me la dovevi fare. Ma l’hai letto il testo il testo ? Baglioni al confronto è Petrarca. E non mi pubblichi Nino. Non mi capacito.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...