L’ABC del pendolare

Arpesella M. Lorena. ABC del pendolare. La Memoria del Mondo. Collana Contemporanea, 2009. 122 p. € 12.00

Come dichiarato dall’autrice in quarta di copertina, questo libro è fatto tutto da lei: contenuto, impaginazione e grafica. Comprende anche un piccolo gioco dell’oca del pendolare e un’agenda a fine libro. L’autrice racconta con enfasi e allegria le sue disavventure e il tono del libro è quello del diario di scuola in cui si leggono le marachelle delle compagne di viaggio e gli incontri/scontri sui vagoni. Forse un po’ azzardata la scelta di enfatizzare col maiuscolo alcune frasi o prolungare a ripetizione la vocale finale di certe parole.

E’ stato pubblicato anche un secondo volume (che non ho letto)

Tratto da CittaoggiWeb: Il mezzo pubblico ti condiziona la vita dalla A alla Z”. Sarà per questo che la Nostra ha deciso di dedicare un episodio del suo libro ad ogni lettera dell’alfabeto. Si va dalla A di abbonamento, alla Z di zecca. “Sì perché sul treno ti può capitare anche di prenderti le zecche…”. E’ per questo che occorre attrezzarsi opportunamente con il “Kit del Pendolare” da qui il riferimento alla lettera K dell’alfabeto. “Tutte le domeniche – ricorda Lorena – mi preparavo i miei dieci sacchetti di plastica che tagliati e opportunamente proporzionati, dovevano fungere da pratici copri sedile usa e getta”. Poi, ovviamente, c’è la R di ritardo “perché nove volte su dieci, specialmente, dopo l’introduzione della linea S6, le cose vanno male, ovvero, vanno secondo la regola”. La Nostra, in verità, non si è fatta mancare niente dovendo prendere due linee metropolitane per raggiungere il luogo di lavoro. Così ci sono dei capitoli dedicati anche alla Metrò così come al pullman. Non mancano, infine, a corollario dell’opera due graziosi cadeau che la dicono lunga sulla capacità dell’autrice di prendere in modo ironico queste disavventure in stile fantozziano. “Ho pensato a tutti i pendolari – spiega – così alla fine del libro trovano l’immancabile organiser che potrà servir loro per riorganizzare le loro giornate e i loro appuntamenti dopo l’ennesimo ritardo”. Da ultimo, il gioco dell’oca del pendolare allegato a mo’ di cover al testo. “Sarebbe un gioco dell’oca normale se non fosse che le caselle sono sostituite dalle carrozze del treno e quando si perde si finisce su una casella con la foto di una porta guasta o di una carrozza sporca…”. Impagabile. La Nostra nel suo reportage sui vagoni della Milano Torino ha fotografo i tanti, troppi disservizi coi quali ogni giorno chi prende il treno deve fare i conti. E ora li usa come atto di denuncia. Ma senza prendersi troppo sul serio e senza arrabbiarsi troppo….tanto non ne vale la pena.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Il treno nei libri e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a L’ABC del pendolare

  1. plus1gmt ha detto:

    bellissimo il gioco dell’oca da viaggio! Un volta c’erano anche quei kit con dama e scacchi portatili, ricordi? Ho visto anche un forza 4 tascabile per tenere tranquilli i bambini, prima che DS e PSP prendessero il sopravvento

    Mi piace

  2. Niko ha detto:

    Io conservo tuttora lo Scarabeo Pocket… magnifico 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...