Hugo Cabret

hugo-cabret-poster-usa_midHugo Cabret (Hugo) è un film USA del 2011, diretto da Martin Scorsese. Tratto dal romanzo La straordinaria invenzione di Hugo Cabret di Brian Selznick del 2007.

  • Sceneggiatura: John Logan
  • Produttore: Martin Scorsese, Johnny Depp, Tim Headington, Graham King
  • Fotografia: Robert Richardson
  • Montaggio: Thelma Schoonmaker
  • Effetti speciali: Simon Cockren
  • Musiche: Howard Shore
  • Scenografia: Dante Ferretti, Francesca Lo Schiavo
  • Costumi: Sandy Powell, Fola Solanke

Questo film è un poetico e commovente omaggio al cinema degli esordi e non solo, in cui le citazioni e la riproduzione di spezzoni di pellicole che fanno parte della storia del cinema, sono tantissimi. Per citare solo quelli che hanno il treno come (co)protagonista:  

L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat dei fratelli Lumière
Come vinsi la guerra di Buster Keaton
Assalto al treno di Edwin S. Porter
Viaggio attraverso l’impossibile di Georges Mélièsinterpretato in questo film da un sempre bravissimo Ben Kingsley.

La stazione ferroviaria di Paris Montparnasse è l’ambientazione principale del film e ci viene presentata nella suggestiva carrellata iniziale che ricorda (o cita) quella di apertura di “Sweeney Todd – Il diabolico barbiere di Fleet Street” di Tim Burton (è sempre Dante Ferretti ad aver ricostruito la Londra di Burton e la Parigi di Scorsese).

incidente-nella-stazione-di-montparnasse

Bellissima la sequenza del film propone una versione romanzata del reale incidente ferroviario della stazione Montparnasse del 1895. La sequenza termina con la ricostruzione cinematografica della famosissima fotografia in bianco e nero, di autore ignoto, che vedete a fianco. Se nel film l’incidente (a dire il vero incomprensibile nella dinamica) è causato dalla presenza di Hugo Cabret sui binari, nella realtà fu l’alta velocità a non permettere al macchinista di fermare in tempo il treno. Alle quattro in punto il convoglio ruppe i respingenti, attraversò la stazione, sfondò il muro di facciata e cadde sulla fermata dei tram, dieci metri più in basso. Tutti i vagoni passeggeri rimasero all’interno della stazione. Non vi fu alcuna vittima tra i 131 passeggeri. La locomotiva restò quasi intatta; rimase quattro giorni sospesa prima che si riuscisse a disincastrarla.

Ecco la versione di Scorsese:

In definitiva un film da vedere per gli amanti del cinema, dei treni e anche per chi vuole vedere un insolito Scorsere.

Trama

Il piccolo Hugo Cabret vive nascosto nella stazione di Paris Montparnasse. Rimasto orfano, si occupa di far funzionare i tanti orologi della stazione e coltiva il sogno di aggiustare l’uomo meccanico che conserva nel suo nascondiglio e che rappresenta tutto ciò che gli è rimasto del padre. Per farlo, sottrae gli attrezzi di cui ha bisogno dal chiosco del giocattolaio, un uomo triste e burbero dal quale viene colto in flagrante e derubato del prezioso taccuino di suo padre con i disegni dell’automa. Con l’aiuto dell’eccentrica Isabelle, figlioccia dell’uomo, scopre che l’automa conserva segreti che riportano a galla vicende del passato. Sono storie e ricordi che coinvolgono anche il padrino della ragazza, Georges Méliès. Questi si rivela essere uno dei più grandi autori della storia del cinema e che credeva di essere stato dimenticato da tutti.

Interpreti

  • Asa Butterfield: Hugo Cabret
  • Chloë Moretz: Isabelle
  • Ben Kingsley: Georges Méliès
  • Sacha Baron Cohen: Ispettore Gustav
  • Jude Law: Padre di Hugo
  • Christopher Lee: Monsieur Labisse
  • Helen McCrory: Mama Jeanne
  • Michael Stuhlbarg: René Tabard
  • Marco Aponte: Julien Carette
  • Emily Mortimer: Lisette
  • Ray Winstone: Zio Claude
  • Frances de la Tour: Madame Emile
  • Richard Griffiths: Monsieur Frick

Premi

Il film si è guadagnato la Miglior regia ai Golden Globe 2012 e ha vinto Premi Oscar (su 11 nomination):

  • Migliore fotografia
  • Migliore scenografia
  • Miglior sonoro
  • Miglior montaggio sonoro
  • Migliori effetti speciali

Inoltre

Sito ufficiale italiano

CopertinaLa straordinaria invenzione di Hugo Cabret di Brian Selznick. Mondadori, 2007. 542 p. € 18.00

Il libro è in parte testo e in parte disegni. I disegni fanno parte della storia; il testo scritto si alterna con le immagini che non ne sono un corredo ma la prosecuzione.

disegno-di-hugo-cabret

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Il treno nei film e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Hugo Cabret

  1. cartaresistente ha detto:

    Il film è bello, ma il libro è un capolavoro: in pratica quasi lo storyboard.

    "Mi piace"

  2. Gioacchina ha detto:

    sinceramente è stata una scoperta…non me lo aspettavo così bello e toocante. Sono andata perchè conisgliato da una collega assistente sociale, dicendomi che era adatto per la nostra professione…sinceramente io c’ho visto di più che un ragazzo orfano in un orologio!!!!

    "Mi piace"

    • Pendolante ha detto:

      Anche per me é stata una bella sorpresa perché mi aspettavo altro. Ammetto peró che il film é anche un’operazione commerciale che andava abbastanza sul sicuro. Gli ingredienti per commuovere sono stati ben dosati.

      "Mi piace"

      • Fabio ha detto:

        Adesso non fare la cinica. Il film è bello, a tratti un po’ melenso ma vera dichiarazione d’amore per il cinema. Scorsese è un grande e ne ha sbagliati talmente pochi che ora non me ne sovviene alcuno. Invecchiando forse è diventato un po’ sentimentale, ma in film come questo ci può stare. Inoltre è il primo film in cui non mi sono pentito della visione in 3D che di solito mi infastidisce non poco.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...