Source Code

Source coede posterSource Code. Film statunitense del 2011 diretto da Duncan Jones.

  • Soggetto: Duncan Jones
  • Sceneggiatura: Ben Ripley
  • Produttore: Mark GordonJordan Wynn,Philippe Rousselet
  • Produttore esecutivo: Jeb Brody, Fabrice Gianfermi, Hawk Koch
  • Fotografia: Don Burgess
  • Montaggio: Paul Hirsch
  • Musiche: Chris Bacon
  • Scenografia: Barry Chusid

Source coede poster3

Duncan Jones, figlio di David Bowie, è autore di un film che non racconta nulla di originale, ma sicuramente è ben fatto. Lo spettatore scopre con il protagonista i dettagli di un viaggio: su un treno di pendolari, nel tempo, nella mente, in realtà alternative. Il giallo si risolve abbastanza facilmente, e anche il finale mi pare scontato, ma non mi pare questo l’importante. Del film si gode il modo in cui  gli accadimenti degli stessi otto minuti – che si ripetono in un’anello temporale – vengono proposti diversamente ogni volta.

Trama

sourcecode-still1Il pilota di elicotteri dell’aeronautica statunitense Colter Stevens si sveglia su un treno di pendolari in viaggio verso Chicago. L’ultima cosa che ricorda è di essere stato in missione in Afghanistan. Scopre che alle altre persone, tra cui la sua compagna di viaggio Christina Warren, appare come Sean Fentress, un insegnante di scuola. Mentre cerca di capire cosa stia succedendo il treno esplode, uccidendo tutti a bordo, deragliando e scontrandosi con un treno cisterna che viaggia nella direzione opposta. 

Stevens riprende conoscenza all’interno di una sorta di capsula da cui non può uscire. Attraverso uno schermo, il capitano dell’Air Force Colleen Goodwin verifica l’identità di Stevens e gli spiega che si trova nel “codice sorgente” (Source Code), un dispositivo sperimentale creato dal dottor Rutledge, che permette ai propri utilizzatori di vivere gli ultimi otto minuti di vita di una persona all’interno di una linea temporale alternativa. La missione di Stevens è utilizzare il Source Code per scoprire l’identità dell’attentatore che è solo un avvertimento di un più ampio attentato: l’esplosione di un ordigno nucleare nel centro di Chicago che potrebbe causare la morte di due milioni di persone. Anche se le sue azioni non possono cambiare il passato e salvare la vita delle persone a bordo del treno, Stevens, identificando l’attentatore nella timeline alternativa potrà impedire almeno la morte di altri cittadini.

Source_CodeInterpreti

  • Jake Gyllenhaal: Colter Stevens/Sean Fentress
  • Michelle Monaghan: Christina Warren
  • Vera Farmiga: Carol Goodwin
  • Jeffrey Wright: Dr. Rutledge
  • Russell Peters: Max Denoff
  • Michael Arden: Derek Frost
  • Cas Anvar: Hazmi

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Il treno nei film e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Source Code

  1. stravagaria ha detto:

    Un film godibile ma con un film “sbagliato” a cui andava tagliata l’ultima scena… imho.
    Molto carina invece questa tua rubrichetta 🙂

    "Mi piace"

  2. Fabio ha detto:

    Mi è capitato di vederlo a causa della passioncella della figlia maggiore per il bel tenebroso Jake. A parte i buchi di sceneggiatura, l’idea di base rubata a un vecchio telefilm, l’inverosimile complessità della trama e l’espressività marmorea del suddetto Jake è un film abbastanza divertente e coinvolgente.

    "Mi piace"

  3. rodixidor ha detto:

    Non l’avevo letta ma trovo ingenerosa questa recensione verso un film che non classificherei come un film giallo, piuttosto come un film di fantascienza sull’ipotesi di mondi paralleli e viaggi nel tempo
    C’è da segnalare che Jake Gyllenhaal accede alla notorietà con un film del 2001: Donnie Darko. Un film che ebbe poco successo di botteghino ma che grazie ad un solido gruppo di fan diventò un cult-movie in tutto il mondo (lo è sicuramente anche per me). Il film trattava lo stesso tema di questo anche se calato in una storia di adolescenti. Entrambi film da vedere. 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...