Andata. ..

Maggio piovoso, umidità emiliana. I pendolari, stretti in giacche leggere, messe con troppo ottimismo, si accalcano davanti alle porte del treno, di prima mattina. All’apertura delle porte il gelo siberiano li investe. La brina gela il moto in ascesa della mandria che, compatta, si solidifica in un’immobilità istantanea. Il capobranco prende il coraggio e affronta la salita in un dispersto tentativo di scaldarsi col movimento. Tutti lo seguono riversandosi sui sedili alla ricerca di tepore, sperando almeno nell’effetto stalla. I più sfortunati capitano a ridosso dei bocchettoni dell’aria condizionsta, maledicendo Trenitalia e il prematuro cambio armadio. Il silenzio mattuttino é reso cupo dal disperato tentativo di trattenere il calore corporeo, fosse solo per un fiato non sprecato. Unico rumore nello scompartimento é il ritmico battito di denti umani. Il bagaglio leggero dei pendolari viene stretto al petto a simulare una borsa dell’acqua calda, ben sapendo che non avrà lo stesso effetto.
Nel malumore generale il Capo Treno ha la pessima idea di comparire nel vagone, assalito da un coro di protesta inferocito. Quello, senza scomporsi, serafico, annuncia che a primavera é previsto il condizionamento.

… e ritorno

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Malaferrovia, Storie di treno e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Andata. ..

  1. filippomariafabbri ha detto:

    Ti prego, dimmi che poi il Capo Treno è stato sollevato dai passeggeri che, dopo averlo passato di mano in mano come un divo del rock gettatosi suo fans, l’hanno defenestrato…

    Mi piace

  2. ladonnacamell ha detto:

    Roba da accendere un fuocherello nel corridoio. Piccolo eh. Ma sentito.

    Mi piace

  3. stravagaria ha detto:

    Elasticità mentale innanzitutto… 😉

    Mi piace

  4. Pingback: … e ritorno | Pendolante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...