Ombre di stazione

Ombre scure si allungano in stazione, riflessi di umanità sull’asfalto. Ombre di uomini e donne, senza età, ombre indefinite. In arrivo o in partenza, in salita, in attesa, in discesa. Immobili, dinamiche, pigre, zelanti, statiche, in moto, con la bici. Ombre sole, in coppia, in gruppo, disadorne, con bagaglio, tozze, sottili, immobili, in cammino, appoggiate, curve, rette, oblique. Ombre di qualcuno che non è nessuno, solo una presenza tra tante, solo un passeggero, un viaggiatore, un pendolare. Un sostantivo. Ombre che stanno ma che poi vanno: un attimo prima c’erano, poi un treno se lo porta via.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Fotografia ferroviaria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

30 risposte a Ombre di stazione

  1. filippomariafabbri ha detto:

    Chapeau… Splendido portfolio

    Mi piace

  2. ladonnacamel ha detto:

    Che meraviglia!

    Mi piace

  3. Sonia ha detto:

    I viaggiatori sono ombre, solo l’ombra di se stessi, che il resto sta a casa oppure è già arrivato alla meta. Che belle le foto e che bel post!

    Mi piace

  4. pendolo0 ha detto:

    Bellissima idea e bellissime foto! 🙂

    Mi piace

  5. dorotea ha detto:

    Gran bella suggestione!

    Mi piace

  6. Pendolante ha detto:

    Le stazioni sono inesauribile fonte di ispirazione

    Mi piace

  7. Miss Fletcher ha detto:

    Splendide foto, brava!
    E’ bella proprio l’idea, molto originale!

    Mi piace

  8. Hombre ha detto:

    Molto molto belle. Foto e pensata. 🙂
    Dove ci son ombre c’è casa, e c’è anche il sole.

    Mi piace

  9. fancyhollow ha detto:

    Che idea poetica… complimenti!

    Mi piace

  10. Veronica Adriani ha detto:

    Mi ero persa questo post! E’ incredibile quanto le ombre possano dire del proprietario in carne ed ossa…

    Mi piace

  11. Annibale ha detto:

    Bellissimo ensemble di foto, azzeccatissimi titoli e introduzione da lasciare senza parole.

    Mi piace

  12. Pingback: Gli obliterati: Ombre in stazione | Pendolante

  13. lois ha detto:

    Molto belle soprattutto le ombre lunghe. Mi hanno ricordato di certi tardi pomeriggi in cui alla stazione attendevo spesso che una persona ritornasse mentre nell’attesa quelle ombre si allungavano fino quasi a fondersi nello scuro della banchina al tramonto.

    Mi piace

  14. Cix79 ha detto:

    bellissime foto, che seppur banali, comuni, generano emozioni al sol guardarle!

    Mi piace

  15. Guido Sperandio ha detto:

    Yugh, yugh! com’è sexy quel tacco d’ombra!

    Mi piace

  16. 17lastella ha detto:

    bella l’idea delle ombre! Stupenda. mi piace proprio

    Mi piace

  17. tiptoetoyourroom ha detto:

    Bellissimo. Questo post ha qualcosa di poetico…
    Oggi sono stata alla stazione: inevitabile pensarti 😉

    Mi piace

  18. quarchedundepegi ha detto:

    Geniale questa sequenza di ombre… veramente.
    Ho dovuto ricordarmi che quand’ero piccolo mi chiesero:”Cosa fa un asino al sole?”
    Non conoscevo la risposta che era: “Ombra.”
    Ciao… Buon Anno.
    Quarc

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...