Il trattore

canstock7498265Non si sposta ‘sto trattore. Sono chilometri che mi tiene bloccata e non si sposta. No, non ho fretta. Va bene così, mi rassegno. Si addice la lentezza ad oggi. Chilometri di strada, chilometri di niente, di nulla nella mente. Vado mesta e non vedo la campagna, non guardo più gli aironi, non studio il tramonto. Ignoro e guido. Non si sposta ‘sto trattore. Lasciami passare che non vado da nessuna parte, ma devo andare. No, resto, d’accordo, guida tu, dammi il ritmo che il mio, oggi, si è perso. La testa puntellata sulla mano, pesa, arresa, ma sta bene lì; non si solleva.
Non si sposta ‘sto trattore. Se ti togli arrivo fino a casa e lì poi tutto passa che ho faccende da sbrigare, una bimba da accudire, uno uomo da amare. Resto ancora, si va bene. Qualche chilometro, poi devo andare. M’ipnotizza il telo blu del tuo rimorchio; copre l’uva. E’ già vendemmia. Svolazzano i lembi di quel blu, l’aria s’insinua, gonfia il telo, poi ne esce, lo avvizisce poi ancora: dentro e in alto, fuori e in basso. Un polmone singhiozzante dal respiro irregolare, che irretisce. Mi sfinisce.
Non si sposta ‘sto trattore. Ecco, è andato! Ha svoltato, ora basta, è il mio segnale. Lascio il telo, mollo il blu. C’è la strada, poi: a casa.

——-
Questo racconto partecipa all’EDS (EsercizioDi Scrittura) Il blues del blu della perfida e impareggiabile La Donna Camel che detta le regole:

Umore triste, colore blu
Mettici qualche ripetizione ma ben misurata
Dal 1 al 14 ottobre

In ottima compagnia di:

Dario con Diavoli blu
Singlemama, NY Blues e la linea blu
MaiMaturo con Colori
Lillina con Il blu dell’universo che non c’è e Morte nel blu e Non importa
Leuconoe con Crossroad
Marco C. con Le ore scure
Hombre con I whon’t let you down e Davvero non lo so
Calinkanto con Onde
Cielosopramilano con Fever
Melusina con Neon e Sostiene Teresa
Brux con So long
La Donna Camel con Diritto e rovescio Diritto e rivescio due
Io con L’automobile

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Esercizi Di Scrittura e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

27 risposte a Il trattore

  1. apierri ha detto:

    Bello bello e ancora bello veramente un blues

    "Mi piace"

  2. stravagaria ha detto:

    Molto musicale e pittorico.

    "Mi piace"

  3. Veronica Adriani ha detto:

    Bello e blu! Ti viene voglia di provare a mettercela, una musica sotto, e farne una canzone. Ci provi? 🙂

    "Mi piace"

  4. la donna camèl ha detto:

    Hai avuto pudore di andare a capo, eh? Ma il ritmo si sente lo stesso, ottimo lavoro!

    "Mi piace"

  5. Pingback: Colori | MaiMaturo

  6. pendolo0 ha detto:

    Colonna sonora: http://www.youtube.com/watch?v=jbN-jO11vKg
    😉 a parte gli scherzi… Bello il racconto blues!

    "Mi piace"

  7. Fancyhollow ha detto:

    Sempre stupita da ciò che cogli e come! Che brava!

    "Mi piace"

  8. Dario ha detto:

    Caminante son tus huellas
    el camino y nada más;
    caminante, no hay camino
    se hace camino al andar.

    Al andar se hace camino
    y al volver la vista atrás
    se ve la senda que nunca
    se ha de volver a pisar.

    "Mi piace"

    • Pendolante ha detto:

      Antonio Machado
      Viandante sono le tue impronte
      la via e nulla più:
      Viandante non c’e un cammino
      si fa il cammino camminando.

      Camminando si fa il cammino
      e voltando indietro lo sguardo
      si vede il sentiero che mai
      si tornerà a calcare.

      Grazie Dario.

      "Mi piace"

  9. Hombre ha detto:

    Ardita, molto ardita. Che non è facile tirar dentro un trattore: bingo!

    "Mi piace"

  10. singlemama ha detto:

    bluesissimo ‘sto trattore, yeah!

    "Mi piace"

  11. lillina ha detto:

    È un vero e proprio canto, brava mi piace.

    "Mi piace"

  12. Melusina ha detto:

    C’è molto di vero in questo breve pezzo, molto di comune, per alcuni quotidiano. Abitare fuori città e stare in coda dietro un trattore, un mezzo agricolo, a volte una spargiletame, insegna un nuovo conteggio del tempo e delle distanze, una pazienza dimenticata. Meglio lasciarsi prendere dal suo ritmo, è più sano, è quello di una volta, e il resto, per una volta, può aspettare.
    In sintesi: mi hai deliziata.

    "Mi piace"

  13. Pingback: So long. | Cage of a common man

  14. Pingback: L’automobile | Pendolante

  15. Pingback: Onde | Tratto d'unione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...