Pastadipestodirospi per Pendolante

Pastadipestodirospi_Pendolante

Pastadipestodirospi è un blog e un blogger. Mi è sempre piaciuto il suo tratto pulito e l’umorismo dai suoi disegni che mi diverto ad interpretare ogni volta che li pubblica. E mai che si offenda quando sbaglio clamorosamente le sue intenzioni, perché il bello delle sue creazioni è proprio l’elasticità dei significati. Sono schizzi di vita, la sua, ma ci se ne può appropriare, almeno io lo faccio, adattandoli ad altri contesti.
Pastadipestodirospi non ha esitato un attimo ad accettare la mia spudorata proposta di disegnare la nuova testata di Pendolante, centrando in pieno lo spirito di questo blog e cogliendo le caratteristiche del pendolare. Da oggi troverete quindi la nuova testata che si sostituisce alla bella fotografia di Filippo Maria Fabbri che potete comunque ritrovare qui, assieme alle immagini delle testate precedenti.
Un grazie sentito a Pastadipestodirospi per la sua disponibilità, per il racconto che segue – inviato a infiocchettare degnamente il suo regalo – e per l”avanzo” di produzione (parole sue) che vedete sotto e che funge da perfetto chiudi pacco.
image

Una volta ci siamo svegliati di colpo. Lo scompartimento era buio e fuori dal finestrino brillavano le luci di una stazione. Era notte, il treno ripartiva. Avevo la bocca impastata quando vidi scivolare lentamente il maledetto nome della stazione cui saremmo dovuti scendere per cambiare. Un paese sperduto. Altre ore di viaggio. Feci un verso primitivo. Balzammo in piedi, saltammo nelle giacche e con gli zaini in spalla corremmo sbatacchiando fino alla porta. Era chiusa per davvero. Chissà perché ero convinto che l’avremmo trovata aperta. Andiamo? Propose come un bambino il mio amico che non si era ancora svegliato. Aprii la porta. Guardai fuori. Il treno non sembrava andare tanto veloce e c’era ancora una bretella di banchina. Saltammo. Ricordo l’impatto durissimo con il cemento. Sapevo che avrei dovuto assorbire il movimento del treno e provai a correre. Ma le gambe si piegarono e caddi. Rotolammo entrambi come due cubi. Qualcuno gridò. Ci rialzammo subito, facendo finta di niente, il corpo dolorante un po’ dappertutto … mentre un gruppetto di viaggiatori e inservienti ci circondava. Borbottavano rimbrotti, ma non ebbero il cuore di insultarci, cercavano di capire se avevamo sbattuto la testa. Alla fine, visto che non avevamo sbattuto la testa e non ci eravamo rotti niente, ci lasciarono in pace.Sedemmo su una panchina per una decina di minuti. Faceva un po’ freddo. Andammo a bere qualcosa al bar prima di riprendere il nostro viaggio.

Pastadipestodirospi

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Comunicazioni di servizio e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Pastadipestodirospi per Pendolante

  1. Niko ha detto:

    Vado subito a dare un’occhiata al sito di Pasta.. 🙂

    "Mi piace"

  2. Niko ha detto:

    Mi piace la nuova testata 🙂

    "Mi piace"

  3. stravagaria ha detto:

    Bellissimo il suo sito e la nuova immagine! Proprio quello che succede qui: si passa per un caffè e si viene acchiappati dai tuoi racconti 😀

    "Mi piace"

  4. Miss Fletcher ha detto:

    Fantastico il racconto e il disegno è assolutamente perfetto per il tuo blog, complimenti all’artista e al suo tratto creativo! Mi piace molto la testata della tua casetta, è proprio nello spirito di questo tuo blog!
    Buona giornata carissima!

    "Mi piace"

  5. Comunque grazie anche per la presentazione ! … ho dovuto cliccare sul link per essere sicuro di essere proprio io : )

    "Mi piace"

  6. Pingback: Il treno sulla pelle: la donna di Pastadipestodirospi | Pendolante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...