Treno notturno per casa

image
I treni notturni sono bisce luminose che attraversano il buio della campagna. Sui treni notturni la campagna è una finestrino nero che riflette l’interno dei sedili, dei viaggiatori, dei bagagli, tutti ingialliti da luci al neon che intristiscono anche la gioia, come nebbia illuminata dai fari: un grigio macchiato d’itterizia.
Salendo in carrozza, la fila disordinata di pochi viaggiatori scavalca rivoli d’acqua, rigurgito da condizionatore, che poi si fanno canale a tagliare in due il corridoio per tutta la sua lunghezza, da porta a porta. Una goffa processione di persone a gambe aperte, a far ponte, procede come pinguini barcollanti verso il vagone successivo. Stanca da questa migrazione, la donna incurvata, imbiancata, solcata dagli anni, si siede sul primo sedile libero, ma fa per rialzarsi chiedendo al figlio, ben oltre i cinquanta, se preferisce la carrozza fumatori… da quanto tempo non prende un treno?
I due in nero, incravattati, viaggiano assieme, ma si siedono divisi dal corridoio, anche se tutti i sedili sono liberi, ognuno portatore di un uguale, impersonale, trolley scuro. Due cloni. Unico oggetto distintivo è un portaabiti. L’uomo lo appende alla cappelliera. Apre la cerniera e sposta pezzi di sé sul manichino: la cravatta si sfila e con cura viene messa al collo della camicia appesa. Poi la giacca, lisciata con le mani, che non abbia a soffrire per le piege. Si toglie la divisa, l’uomo. È venerdì notte, torna a casa. Chiude con cura il portabiti, che rimane lì, un po’ lugubre nella luce al neon, a penzolare col movimento del treno, come un impiccato.
I treni di notte creano suggestioni.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Malaferrovia, Ritratti, Storie di treno e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

44 risposte a Treno notturno per casa

  1. stravagaria ha detto:

    Suggestioni da film noir… E comunque riesci sempre a rendere esattamente l’atmosfera. 🙂

    "Mi piace"

  2. Melusina ha detto:

    Troppo breve! Ancora, ancora.

    "Mi piace"

  3. vagoneidiota ha detto:

    Immagine che ha l’aria di un sogno. Uno di quelli dai colori lividi, malsani.
    E lui, che sfila l’anima e l’impicca. Che a farsi guardare, lei, l’anima, pare star bene. Dondolando.
    Conya doss – what i’d do
    Da v a v

    "Mi piace"

  4. Vitadapendolare ha detto:

    Bel racconto. Sei riuscita a far passare in secondo piano il classico disagio della condensa dei condizionatori e soprattutto l’immensa tristezza di viaggiare in un treno al buio, dove la vista del paesaggio all’esterno scompare dietro al riflesso delle luci interne. Con l’imminente ora solare in arrivo, viaggeremo spesso su un treno notturno per casa!

    "Mi piace"

  5. tiZ ha detto:

    Meravigliosa suggestione che porta alla memoria ricordi lontani …

    "Mi piace"

  6. tiptoetoyourroom ha detto:

    Invidio la tua “brevitudine”. Riesci sempre a rendere un’atmosfera, a tratteggiare una situazione con poche, dense parole.
    Buona giornata 🙂

    "Mi piace"

  7. Bratinez ha detto:

    Questo post è, a mio modesto parere, un capolavoro di scrittura. Scusa se te lo dico così, ma davvero, e che cavolo, chiamiamo le cose col loro nome.

    "Mi piace"

  8. Fancyhollow ha detto:

    Meglio di un pittore, o di un fotografo… mi piace proprio!

    "Mi piace"

  9. Enrico ha detto:

    brava! «i treni notturni creano suggestioni». come ben sai, concordo in pieno! 😉

    "Mi piace"

  10. romolo giacani ha detto:

    Un grigio macchiato d’itterizia. Ecco!

    "Mi piace"

  11. pani ha detto:

    bello!
    Bello!
    Bello!
    Mi piace la donna solcata dagli anni e la cravatta, questo inutile accessorio.
    Un buon inizioi per un romanzo.

    "Mi piace"

  12. i treni notturni sono “le luci nel buio di case intraviste da un treno” (cit.), e mannaggia a lui che l’ha cantata a quanti universi è riuscito a infilare in dieci parole di magia.

    "Mi piace"

  13. Topper ha detto:

    Ancora una volta mi complimento per le tue capacità di raccontare persone e situazioni con una scrittura breve e penetrante.

    "Mi piace"

  14. Francesco Foresta ha detto:

    Non potevi descrivere meglio! Quante immagini evochi, quanti ricordi risalgono…

    "Mi piace"

  15. Miss Fletcher ha detto:

    E sì, i treni di notte creano suggestioni belle e tu le sai raccontare.
    Tenerezza infinita per la vecchietta che si interrogava sulla possibilità di viaggiare sulla carrozza fumatori 🙂

    "Mi piace"

  16. Il diario di carta ha detto:

    Bellissimo pezzo. Sono stata subito catturata dalle prime righe del post, e non sono riuscita a smettere di leggere se non quando sono arrivata alla fine.

    "Mi piace"

  17. roceresale ha detto:

    Sono scesa da poche ore da un treno notturno. Di quelli con le cuccette. Un’emozione infantile, quasi.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...