Di ritardi e relazioni

image
Che poi ormai sono sei giorni che viaggio sulla nuova tratta ferroviaria e mica solo il paesaggio è cambiato: il treno è molto più affollato e si viaggia in formazione “sardina inscatolata”, con bagagli sulle gambe e cappotti addosso nella caldazza da riscaldamento accentuata dall’effetto Betlemme. I ritardi si susseguono, annunciati come normale prassi sulle nuove tratte che, “come da normativa”, prevedano il rallentamento del treni. Ma poi più che andare lenti si sta fermi in mezzo alla campagna, spesso tra le barriere anti rumore, e i minuti passano e arrivano le mezz’ore. Che poi all’andata non mi dispiace neanche, che sì accumulo ore da recuperare al lavoro, ma leggo libri, sto serena, me ne faccio una ragione. È il ritorno che crea problemi, interferenze nei tempi di vita, negli incastri d’orari calcolati per arrivare a prendere mia figlia a scuola. E allora il cellulare svela la sua utilità e le relazioni con altri genitori mi permettono di star tranquilla, che qualcuno di fidato me la prende la bimba a scuola. Poi i nonni, quelli son sacri, l’accompagnano in palestra, che io arrivo prima o poi, ma che fatica! Ecco io non so se “la normativa” prevede pure i tempi di ‘sti rallentamenti, ma spero che finiscan presto che qui mi sto giocando i favori dei prossimi sei anni.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Vita da Pendolante e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

31 risposte a Di ritardi e relazioni

  1. stravagaria ha detto:

    Nuova tratta vecchi vizi. Tra mamme fortunatamente c’è una rete di solidarietà che compensa moltissimi inconvenienti, ma che gioco di incastri!

    "Mi piace"

  2. Elena ha detto:

    Pensa che qui da me i ritardi hanno fatto infuriare tutti i pendolari chiamando anche striscia la notizia….non è cambiato nulla !

    "Mi piace"

  3. romolo giacani ha detto:

    Vedila così…se era estate e faceva un caldo torrido l’effetto Betlemme sarebbe stato molto, molto peggio!

    "Mi piace"

  4. pendolo0 ha detto:

    L’eco dei “lavori di potenziamento infrastrutturale sulla linea Modena-Mantova” e i conseguenti ritardi connessi è arrivato fino a Firenze: l’omino dell’altoparlante non perde occasione per ricordarcelo, tra un “attenzione, treno in transito al binario 2” e un “allontanarsi dalla linea gialla” 🙂

    "Mi piace"

    • Pendolante ha detto:

      Il lungo braccio delle Ferrovie Italiane. Così pensi a me tutte le mattine… Sii gentile però, non mi insultare

      "Mi piace"

      • pendolo0 ha detto:

        No, no, ma che insulti… Il mio treno non è influenzato da quei lavori, almeno in teoria. Non che questo lo escluda da fare ritardi, anzi… Secondo me l’annuncio lo mettono per farci tollerare di più i nostri disagi, della serie: “di che vi lamentate, voi, pensate un po’ ai vostri colleghi pendolari della tratta Modena-Mantova, che hanno anche i lavori alle infrastrutture”, o per farci invidia: “i pendolari dell’Emilia avranno le infrastrutture potenziate e voi no, bene, bene”

        "Mi piace"

  5. Tratto d'unione ha detto:

    Ma possono farlo? Dico, possono decidere di punto in bianco che una tratta prima percorsa in venti minuti poi ne duri il doppio?

    "Mi piace"

  6. tiZ ha detto:

    Benvenuta nel club de : trattengo il respiro, ce la farò!!!! 😉

    Piace a 1 persona

  7. Miss Fletcher ha detto:

    Rete di relazioni fondamentale per soppravvivere, direi.
    Ogni volta che leggo di ritardi mi viene alla mente un episodio di diverso tempo fa, probabilmente l’ho anche già scritto su questo blog, nel qual caso perdonami.
    E’ accaduto a Monaco di Baviera, quando facevo la ragazza alla pari.
    Aspettavo il treno, d’un tratto ho visto comparire sul display 3 stelline e allora perplessa ho chiesto informazioni, che significa?
    Le stelline? Ah, sono i minuti di ritardo! Tre 😦 …ecco, ho detto tutto!

    "Mi piace"

  8. pani ha detto:

    e pensare che la rete, internet doveva farci spostare di meno.

    "Mi piace"

  9. Gintoki ha detto:

    “Da sempre uniamo l’Italia”, credo fosse lo slogan.

    Ecco forse rispecchia la storia, unire l’Italia è lavoro lento e laborioso, anche il treno si deve adeguare anche solo per unire un paio di Comuni 😀

    "Mi piace"

  10. tiptoetoyourroom ha detto:

    Benedetti nonni… praticamente il nuovo welfare!!
    Scusa, ma cos’è l’ “effetto Betlemme”?
    Ciao 🙂

    "Mi piace"

  11. Marco ha detto:

    Come ti capisco! La prossima estate dovrebbero iniziare i lavori per interrare parte della mia tratta (per eliminare un paio di passaggi a livello). Prevedono due anni di lavoro (quindi saranno come minimo tre). Io non ho idea di come farò 😕

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...