Pausa lavorativa tra le ferie

image

Suono di sveglia, la luce non filtra dalla serranda, la casa è fredda. Il riscaldamento si accenderà, ma dopo. Silenzio, dentro e fuori. Colazione da sola. Spio la strada dietro le tende. La luce dell’alba è appena un chiarore. Doppio strato di lana. Imbottita raschio il ghiaccio dal parabrezza. Qualche minuto di troppo. Mi attardo. Non ho nessuna voglia d’interrompere le ferie, ma mi toccano tre giorni di lavoro.
Poche macchine per strada, poche nel parcheggio della stazione e di queste molte coi vetri ghiacciati, segno di una lunga permanenza, di viaggiatori vacanzieri. Il treno in ritardo vanifica il mio: arriverò puntuale al lavoro. Porta rotta, non si sale, cambio vagone. Pochi i pendolari, il treno è semivuoto. Nessuno parla; in lutto da ferie sospese, finite o mai cominciate.
Niente addobbi natalizi, luci, pacchi, coperte sul divano, voci di bimba che chiama… le conterò prima o poi le volte in cui dice “mamma” in un giorno.
Arrivo in stazione, evito il bar, oggi il caffè lo prendo altrove. Bicicletta o autobus? Il sellino è ghiacciato, ma lo zampone è da smaltire. Pedalo! Freddo finalmente. È inverno, ma niente neve. Eccolo il bar, non bello, ma lontano dai binari, inusuale. Un caffè e una sigaretta seduta al tavolino esterno. Fumo di fiato misto a tabacco in fumo. Riparto, due minuti e arrivo. Il cartellino da timbrare, ma dai che è per pochi giorni, poi di nuovo a casa, ad aspettare scope e calze di Befana.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Vita da Pendolante e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a Pausa lavorativa tra le ferie

  1. tiptoetoyourroom ha detto:

    In bici a dicembre! Credo di non averlo mai fatto, neanche da giovane. Buona giornata 🙂

    Mi piace

  2. 17lastella ha detto:

    anch’io pendolare dalle ferie sospese 🙂

    Mi piace

  3. Miss Fletcher ha detto:

    In bici in inverno….brrrr!
    E comunque secondo me ti hanno richiamato al lavoro perché avevi scritto, non si pendola e quindi non vedono viaggiatori e quindi non si scrivono post, ecco…secondo me è per quello 🙂 !
    Baci cara!

    Mi piace

  4. stravagaria ha detto:

    Mi sono sentita strappata al calore della casa e agli abbracci della bimba come se ci fossi anche io su quella bicicletta. 🙂

    Mi piace

  5. e’ un clima pendolare che non disprezzo, anzi… lavorare con gli altri in vacanza ha i suoi pro (orari ridotti dei treni a parte…), soprattutto se riesci a andare in ferie la settimana dopo… 😛 (che pure è decisamente lower-cost). buon anno!

    Mi piace

  6. ilmiosguardo ha detto:

    Auguri per un 2015 serenissimo e in salute
    con un sorriso
    Ondina 🙂

    Mi piace

  7. lacantatricecalva ha detto:

    sì è dura interrompere le ferie per gettarsi nella fredda mattina, però che fico ragazzi la città vuotaaaa!!! ma quando me ritocca Roma così!
    Buon anno Pendolante 🙂

    Mi piace

  8. Tratto d'unione ha detto:

    In momenti come quelli immagino che il vuoto (della città, del bar, della bici) sia una specie di consolazione. Anche io lo sceglierei

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...