Mal di treno

image

Accovacciato ai piedi del tabellone degli arrivi, l’uomo ha l’aria preoccupata. Lancia uno guardo al cellulare, poi alle rotaie e, infine, al secchio. Un secchio bianco, vuoto, appoggiato ai suoi piedi. Di nuovo: cellulare, rotaie, secchio.
Volendo trovare una spiegazione razionale, suppongo stia consultando il meteo per sapere se dovrà usare o meno il secchio… Voglio dire, se in aereo la dotazione standard prevede il sacchetto per “malesseri (dei) pesseggeri”, le ferrovie italiane non sembrano atrezzate alla bisogna e allora bisogna pur arrangiarsi. È anche vero che a memoria di viaggiatore non si sono mai verificati in treno dei vuoti d’aria e le turbolenze non incidono più di tanto sull’andamento del mezzo, al massimo ne riducono la velocità. Tuttavia meglio non farsi cogliere impreparati, che i sobbalzi possono essere fastidiosi e considerando la scarsa tenuta dei sacchetti da pane, il nostro deve aver pensato che un secchio fosse adeguato alla capacità del suo stomaco.
C’è ovviamente la possibilità che la mia ipotesi non sia corretta, ma giusto per precauzione, lascio scegliere all’uomo il sul vagone e io salgo su un altro.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Storie di banchina e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Mal di treno

  1. stravagaria ha detto:

    E chissà quali misteri di celano dietro questi incontri… Nel dubbio comunque meglio un altro vagone 😉

    Mi piace

  2. cinziarobbiano ha detto:

    comunque nei treni a due piani io non posso viaggiare in quello più basso: il rollio mi stomaca 😦

    Mi piace

  3. Miss Fletcher ha detto:

    Nel dubbio mi sembra la scelta giusta 🙂
    Grande Katia!

    Mi piace

  4. tiZ ha detto:

    ma nOo, volevo sapere come andava a finire.

    Mi piace

  5. Tratto d'unione ha detto:

    Ahahah… donna prudente! :-))

    Mi piace

  6. ma perché, a te non è mai capitato di trovare il vagone in cui cola acqua dal soffitto? 😀 (giuro: a me, ai tempi in cui viaggiavo sulla milano torino è capitato…)

    Mi piace

  7. Lisa Agosti ha detto:

    Mi ha detto più di una persona che il nuovo treno ad alta velocità fa venire la nausea da tanto va veloce… però non credo sia quello che prendi tu 😉

    Mi piace

  8. pani ha detto:

    forse vuole lavare i finestrini della locomotiva

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...