Nostalgia da autobus

image
In piedi. Tutto il viaggio. La mano appesa alla grata della cappelliera, l’uomo si regge come se fosse in autobus. Nessuna ragione evidente: molti i posti liberi. Guarda il paesaggio, da prima come a volerlo inseguire, muovendo la testa per non perdere il punto superato in velocità,  poi fissamente, rassegnato all’impossibilità di fermarlo. Guarda attento, ma non alla campagna. La oltrepassa nei ricordi di strade cittadine, di tragitti abituali, di fermate memorizzate. Una vita piccola di gioie, la routine una di queste. Non la ricerca di sicurezza, ma incontri di persone care. La casa colonica appena superata è la panetteria dell’angolo, con la signora Lina bianca di farina. La vigna che s’avvicina sono i giardini del quartiere, coi pensionati che giocano a carte sulla panchina. Il fiume sotto al treno è il canale che attraversa il centro, col giornalaio davanti al ponte. Poi le case della periferia, uguali in ogni posto, sono quelle dove ritorna, ogni sera, dopo il lavoro. E Beppe del quarto piano, i Fabbri coi tre bambini, la Pina, rimasta sola…. I viaggi piccoli della vita. Così quest’uomo appeso che oggi va lontano, si attacca. Al quotidiano.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Ritratti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Nostalgia da autobus

  1. stravagaria ha detto:

    Molto poetico. Davvero molto!

    Mi piace

  2. Aldievel ha detto:

    Bello! 🙂

    Mi piace

  3. Annibale ha detto:

    Bellissimo!

    Mi piace

  4. Miss Fletcher ha detto:

    Che bello questo post, un viaggio nei pensieri di un viaggiatore, brava Katia!

    Mi piace

  5. Bill Lee ha detto:

    ti è venuto bene, sul serio, molto bello.
    Sembra un pezzo di un romanzo di Faulkner.
    Ovviamente io non l’ho mai letto, Faulkner. Ma immagino scrivesse più o meno così. =)

    Mi piace

  6. Lisa Agosti ha detto:

    Bell’immagine, belle parole, scritte bene.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...