Il treno nei libri: Quota 1222

image

Anne Holt. Quota 1222. Einaudi, 2015

Una bufera di neve, un treno deragliato, i passeggeri condotti in salvo in un albergo della zona, un assassino, un’investigatrice costretta su una carrozzina. Un giallo, un poliziesco classico, ma non troppo…

Dei duecentosessantanove passeggeri a bordo  del treno numero 601, in partenza da Oslo per Bergen mercoledì 14 febbraio 2007, al momento dell’impatto perse dunque la vita soltanto una persona. Era il macchinista, che difficilmente doveva essersi reso conto di quello che stava succedendo prima di morire. Per la precisione non ci schiantammo contro la montagna. […]
Le indagini successivi avrebbero mostrato che il deragliamento era avvenuto a circa dieci metri dall’imbocco della galleria. La causa era imputabile a una lastra di ghiaccio che si era formata sui binari. […]
Esula del tutto dalle mie capacità comprendere come un fenomeno meteorologico sicuramente noto dalla notte dei tempi sia riuscito a far deragliare un treno su un tratto ferroviario che è in uso dal 1909. Vivo in un paese che possiede un numero infinito di tunnel. Noi norvegesi dovremmo conoscere bene la neve, il ghiaccio e le bufere in montagna. Ma in questo millennio di alta tecnologia, di aerei, sottomarini atomici e veicoli capaci di atterrare su Marte, di clonazione animale e una chirurgia laser dalla precisione nanometrica, una cosa semplice e naturale come l’ncontro dell’aria proveniente da un tunnel con una tempesta invernale in montagna è in grado di far deragliare un treno e mandarlo a schiantarsi contro un enorme condotto in cemento armato.
Non capisco.
Questa disgrazia è stata battezzata “Il disastro di Finse”. Dal momento che non si trattava di una catastrofe vera e propria, ma piuttosto di un incidente di notevoli dimensoni, sono giunta alla conclusione che quel nome dipenda da tutto ciò che successe dentro e intorno alla stazione ferroviaria a 1222 metri sopra il livello del mare nelle ore e nei giorni successivi all’impatto, mentre le condizioni meteorologiche peggioravano sempre di più, fino a dare origine alla peggiore bufera degli ultimi cent’anni.
[pp. 10-11]

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Il treno nei libri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Il treno nei libri: Quota 1222

  1. stravagaria ha detto:

    Il nome di questa scrittrice mi era familiare, infatti ho letto un suo libro un paio di annetti fa…non ho nessunissimo ricordo, ma proprio niente di niente, cosa che non depone a favore, del romanzo o della mia memoria, in ogni forse questo è migliore 😉

    Mi piace

  2. Aldievel ha detto:

    Cos’è un giallo da treno di montagna stile Carpinone-Sulmona? 🙂
    Un abbraccio

    Mi piace

  3. Miss Fletcher ha detto:

    Anch’io ricordo il nome di questa autrice, però non riesco a ricordare a quale libro la collego.
    Non leggo gialli, la scrittura però mi sembra incalzante, come credo che debba essere.
    Non lo ha terminato perché lo stai ancora leggendo oppure perché non ti coinvolge abbastanza?

    Mi piace

  4. enricogarrou ha detto:

    Da come lo hai presentato è da leggere, lo farò, un caro saluto

    Mi piace

  5. L'ideota ha detto:

    La tua presentazione mi ha fatto venire due voglie. 1) Leggere questo romanzo. 2) Scoprire quale sia il record nel campo dei treni ad alta quota. Un caro saluto 🙂

    Mi piace

  6. the quiet man ha detto:

    In Europa credo che il treno più in alta quota sia questo:
    https://www.rhb.ch/it/treni-panoramici/bernina-express

    Liked by 1 persona

  7. Tratto d'unione ha detto:

    Anne Holt mi piace molto, lei e il suo assurdo e freddissimo paese dove una donna, che convive con la compagna e la figlia, a 38 anni può diventare ministro della giustizia.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...