In punta di tacco

2015-04-30_17.07.11Ondeggia pericolosamente. Si tiene in equilibrio con difficoltà. Un dolore insopportabile da vesciche inopportune deve impedirle di deambulare correttamente. Solleva i piedi eccessivamente e quando toccano terra, reagiscono come se l’asfalto fosse lava, ma in viso non traspare alcun dolore.

La seguo dal parcheggio, vedo la sua splendida silhouette scendere le scale del sottopassaggio, quasi le corro in aiuto per impedirle di cadere. Il poco peso del suo corpo, ad ogni passo, poggia su pochi millimetri quadrati di tacco a spillo vertiginosi. Quella fatica nel procedere vanifica presenza e look da copertina: la ingoffisce, come un’adolescente alla presa con i brufoli. Eppure è pendolare di carriera. Ogni giorno percorre la banchina. Non ha letto il manuale d’istruzioni? Vietato il tacco dodici ai viaggiatori!

Ma poi si ferma ad aspettare il treno. Eretta, bella, giovane e solare… e fa poi niente quel suo camminare.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Ritratti, Storie di banchina e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

23 risposte a In punta di tacco

  1. Aldievel ha detto:

    Cavalli zoppi…

    Mi piace

  2. senti, un giorno o l’altro fai una capatina sul mio treno. ho almeno una decina di pendolari di fronte ai quali la tua tastiera sarebbe scalpitante, sarei davvero curioso.

    Mi piace

  3. Affy ha detto:

    Ho provato dolore solo a leggere le parole. 😦
    Tacco 12 e treno poco feeling. 😉
    Buon pomeriggio

    Mi piace

  4. pendolo0 ha detto:

    Chi bello vuole apparire un poco deve soffrire! Le poche volte – per fortuna – che gli impegni lavorativi mi impongono i tacchi (ma massimo 6 cm, eh!) è davvero una sofferenza… invidio la silouette elegante e sinuosa della tua compagna di viaggio di oggi, ma non le scarpe! 🙂

    Mi piace

  5. Miss Fletcher ha detto:

    Eh, le amanti dei tacchi alti non rinunciano mai alle loro scarpe preferite!
    Le scarpe con il tacco decisamente donano, se sai camminarci, però… io preferisco la comodità.
    La foto di lei è davvero bella, ha una certa grazia questa giovane donna, brava tu a cogliere l’attimo come sempre.
    Bacioni cara!

    Mi piace

  6. mitikalu ha detto:

    a me le signore con i tacchi piacciono e chi li sa portare davvero non si lascia certo scoraggiare dal contesto ambientale e risponde elegantemente: “[…] tanto se è ben bilanciato ci cammini comodamente lo stesso”

    Mi piace

  7. stravagaria ha detto:

    Io pago ogni serata con tacco con settimana di vesciche… Quindi evito ogni volta che posso. Ammirevole il suo stoicismo quantunque sgraziato, camminare sui tacchi a spillo è un’arte.

    Mi piace

  8. rodixidor ha detto:

    L-immagine mossa aggiunge fascino al breve tragitto che abbiamo fatto con la signora dal tacco 12. 🙂

    Mi piace

  9. Tratto d'unione ha detto:

    Io i tacchi non riesco a portarli e ho un ricordo indelebile, come aver assistito a un miracolo, di quella volta che Giancarla si mise a correre, veloce e sprezzante come Mennea, per raggiungere l’autobus che non ci aspettava, indossando un tacco altissimo e così sottile che non mi sono mai spiegata come non si sia rotto. Il tacco ma anche il piede.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...