Frammento

image
Sedeva leggendo un libro sulla sedia a sdraio che seguendo gli spostamenti del suo corpo stava lentamente cambiando grado di inclinazione. Si trovò quasi supina, senza subire urti. Accettò docile quella nuova situazione aggiustando l’angolo del gomito che reggeva il libro. La voce della figlia le arrivava attutita da dietro il bungalow, miscelata a quella dell’amica, in un botta e risposta di giochi da esploratrici, alieni, alberi salvifici su cui arrampicarsi. Era a quella piccola sconosciuta che doveva le sue ore di quiete: occupava felicemente le giornate della figlia, intervallate da piccole liti presto sedate.
I rumori del campeggio, la risacca del mare, il vociare indistinto, l’avvolgevano in un limbo d’ovatta. Come piumone d’inverno. Solo parole scritte, da leggere.
Un ago di pino le cadde sul petto. Lo raccolse distratta e lo infilò tra dente e dente, passando in rassegna tutta l’arcata superiore. Spostò lo sguardo sulla volta dei pini marittimi che, alti e fitti, creavano un tetto irregolare tagliato dalla luce. Così, da sdraiata, vedeva i rami contorti, le pigne, il cielo. Si trovò a cercare scoiattoli. Non li trovò ma si ferì una gengiva con l’ago di pino e lo gettò a terra senza rancore.
Il libro aperto sul petto.
Un merlo chiaro le attraversò il campo visivo seguito dal maschio.
Il tempo passava in minuti, ma non di attesa.
“Mamma, ho fame!”
La tavola già apparecchiata in veranda. Si alzò per preparare la cena.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Racconti fuori dal binario e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a Frammento

  1. «tiè! stasera cucina i’ ‘bbabbooooo!» 😛

    Mi piace

  2. Tratto d'unione ha detto:

    Ma in che posizione leggi tu, equilibrista? 😉

    Mi piace

  3. stravagaria ha detto:

    Mi hai fatto diventar nostalgica di vacanze! 🙂

    Mi piace

  4. rodixidor ha detto:

    serena quotidianeità vacanziera 🙂

    Mi piace

  5. ginevra ha detto:

    ho sentito il profumo degli alberi. mi piace il tuo scrivere mansueto. non ci sono scossoni perché in effetti non sono necessari, nella tua scrittura. lei, la tua scrittura, ne fa tranquillamente a meno. è cosa rara.

    Mi piace

  6. pendolo0 ha detto:

    Ah, come si sta bene a leggere sotto quei pini! 🙂 non vedo l’ora di poterci andare anche io!

    Mi piace

  7. tiptoetoyourroom ha detto:

    Già in vacanza? Goditela 😉

    Mi piace

  8. Miss Fletcher ha detto:

    Atmosfera perfetta, come sempre sembra di essere lì con te 🙂
    Un bacione Katia!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...