Il pendolare detraibile

Ci provo ogni anno. Infilo timidamente l’abbonamento del treno tra i documenti della dichiarazione dei redditi. Ogni anno l’impiegato di turno mi guarda con la stessa espressione, tra la derisione e il compatimento e me lo restituisce come “non detraibile”.
Ora, qualunque sia il motivo che spinge alla scelta del pendolarismo,l’uso dei mezzi pubblici è senz’altro un comportamento ecologicamente corretto e civilmente sostenibile. Se i pannelli solari sono detraibili, se ci sono agevolazioni fiscali per cambiare l’auto o i serramenti vecchi che disperdono calore, perché non può essere detraibile l’abbonamento a un mezzo pubblico, treno, metropolitana o autobus che sia? Se l’esercito dei pendolari nello stesso giorno decidesse di “scioperare” usando la macchina, le nostre città s’intaserebbero, congestionate dal traffico. Possiamo provare. Pendolari di tutt’Italia, unitevi! Ditemi il giorno.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Vita da Pendolante e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

25 risposte a Il pendolare detraibile

  1. oddio non ci credo. lo faccio anch’io. tutti gli anni, possibilmente con fotocopia quando stampato con l’inchiostro simpatico tipico di trenord. mi dico: hai visto mai che la prossima finanziaria…
    ok, pendolante, siamo già in due. per stasera si organizza la manifestazione di piazza.
    (in biiiiici 😛 )

    Mi piace

  2. mazzamerije ha detto:

    l’Italia è un paese fondato sulla FIAT. Adesso che non è più italiana magari prima o poi qualcuno ci pensa. io ci ho provato per un po’ di ma adesso rinuncio.
    Facciamo una legge di iniziativa popolare???

    Liked by 1 persona

  3. stravagaria ha detto:

    Davvero speri in una detrazione? Eppure credo che incentivare in questo senso sarebbe buona politica, ho letto per esempio che per cercare di attenuare il randagismo il comune di Caltanissetta ha promesso detrazioni a chi adotta un cane di strada…

    Mi piace

  4. Marco ha detto:

    Ahahah… Lo faccio ogni anno anch’io. E ogni anno sono convinto che l’anno prima mi abbiano detto sì (poi ricontrollo e mi ricredo).
    Sulla forma di protesta… è da mesi che da noi si vocifera di farla davvero, per far rendere conto ai bolognesi cosa vorrà dire quando davvero saremo costretti ad andare in auto perché la tratta sarà chiusa.

    Mi piace

  5. mizaar ha detto:

    uhhh, e non si fa così alla persona! 😦

    Mi piace

  6. Vanni ha detto:

    Condivido pienamente il tuo ragionamento! 🙂

    Mi piace

  7. Miss Fletcher ha detto:

    Ah, grande Katia, hai già messo su un gruppo di tutto rispetto, sei una splendida capopopolo… fantastica tu!

    Mi piace

  8. Affy ha detto:

    Conta anche su di me! 😉
    Buon fine settimana 😀

    Mi piace

  9. the quiet man ha detto:

    Certo che in Italia, pur di non pagare le tasse…

    Mi piace

  10. tiZ ha detto:

    http://it.blastingnews.com/tasse/2015/03/modello-730-2015-ecco-tutte-le-spese-detraibili-dall-irpef-00300187.html

    io ho trovatO questo, cioè son detraibili solo se non superano i 250 euro l’anno. e cmq vale solo per abbonamenti e non biglietti a tempo.
    Mi sa che è ora di aprire una petizione.
    Ci stOooooo !!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...