Generazioni

Se ne va il padre di fianco al figlio sul marciapiede del primo binario. Stesso viso, corpo, mani. Andatura. Solo la curva delle spalle ottuagenarie abbassa la statura del padre. Solo l’età rallenta i movimenti. Lo aspetta il figlio e prevede il sè futuro nel guardarlo. Temporale macchina vivente. Impietosa. Rimane nel vecchio l’indifferenza ostinata di padre antico. Rimane nell’uomo maturo la deferenza di figlio muto. Lontani non più di due passi, distanti più di due estranei. Non si toccano mai i loro occhi. Lo cercano quelli del figlio, lo sfuggono quelli del padre. Assieme scendono scale per il sottopasso. Il padre s’appoggia al figlio come chi ne ha diritto, Il figlio sorregge il padre come chi ne ha il dovere. Uniti da braccia intrecciate, è il padre che detta la velocità di discesa. Nemmeno quei due passi di vantaggio ha ora il figlio. Solo le spalle dritte, tenute alte con intenzione.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Ritratti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Generazioni

  1. stravagaria ha detto:

    Così no, è proprio triste… L’hai reso benissimo.

    Mi piace

  2. Miss Fletcher ha detto:

    Lo hai reso benissimo, ha ragione Viv, è fa proprio tenerezza.
    Un bacio grande Katia.

    Mi piace

  3. Guido Sperandio ha detto:

    Prosa magistralmente condotta. Di una che a scuola, a fare i temi, era l’esempio citato dai professori.
    Penso che il rapporto tra i due, situazione peraltro ricorrente, sia tanto complesso e intenso di sfaccettature e umori variabili di momento in momento (sì, i nostri umori variano in continuazione e basta un minimo gesto dell’altro a farli mutare) – che sia quasi impossibile catturarli e sopratutto seguirli. Tu ne hai colto alcuni flash, sicuramente, io non escluderei altri flash di amore, magari
    stima, magari che so?… di un legame che c’è, profondo, positivo…
    Indubbiamente comunque, arruolata nell’FBI non sfigureresti 🙂

    Mi piace

  4. stavolta non manca la foto. hai reso perfettamente.

    Mi piace

  5. Alessandra ha detto:

    Già… mi accodo ai complimenti e all’atmosfera un po’ triste e malinconica…
    Ciao 🙂

    Liked by 1 persona

  6. Tratto d'unione ha detto:

    “Rimane nel vecchio l’indifferenza ostinata di padre antico”. Mi sembra di ripetermi ma vorrei dirti con tutto il cuore che sei molto molto brava.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...