Vicinanze divergenti

Vicini di sedile nel viaggio, i due non danno segni evidenti di una conoscenza pregressa, ma divergono a tal punto da insinuarne il sospetto.
Seduti entrambi di traverso puntano opposte direzioni e il decentramento dei sederi li spinge l’uno contro l’altro in una vicinanza che gli estranei evitano premeditatamente.
Non uno sguardo o una parole, ma comunicano i due, in un’opposizione che forse è vicinanza.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Storie di treno e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

27 risposte a Vicinanze divergenti

  1. stravagaria ha detto:

    Acuta osservazione la tua…

    Mi piace

  2. Principessa70 ha detto:

    i treni come le metropolitane a volte obbligano a confidenze non desiderate. stamattina, ad esempio, ho viaggiato per quasi 25 minuti sotto il braccio di un uomo profumato e triste. alla fine quando sono scesa, mi ha salutato con un sorriso malinconico. Forse avrei dovuto chiedergli il motivo di quegl’occhi così malinconici.

    Liked by 1 persona

  3. Tratto d'unione ha detto:

    Eh, il troppo stroppia. Si sono tanto allontanati che alla fine son tornati al punto di partenza, vicini.

    Mi piace

  4. rodixidor ha detto:

    Sì, è vero, il sospetto è legittimo 🙂

    Mi piace

  5. Guido Sperandio ha detto:

    Sto scoprendo che ci sono tanti modi di comunicare.
    Partendo dalla tua pertinente osservazione, di presunte vicinanze pregresse di altro tipo, mi viene conseguente ritenere che non ci sia solo la banale parola, ma che si posso comunicare anche col (diciamolo) sedere.

    Mi piace

  6. cinziarobbiano ha detto:

    cromosomi 🙂

    Mi piace

  7. Miss Fletcher ha detto:

    Un’immagine che racconta tutto, perfetta!

    Mi piace

  8. tiZ ha detto:

    e per un po’ di strada condividemmo un pezzo di corpo ché familiare quasi non si scompose o non ne ebbe forza e spazio..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...