Il filo rosso

 Sale sul binario nera di vestiti e d’espressione, con quell’umore che solo la sveglia del pendolare sa regalarti. Ferma in attesa, resta accigliata ritirandosi lentamente dentro al cappotto, rimanendo acefala, non fosse per le sopracciglia aggrottate incorniciate tra la sciarpa e i capelli.
Due fili rossi di auricolare spuntano dai lati di quella massa scura all’estremità superiore del corpo, presumibilmente infilati nelle orecchie e scendono per congiungersi in un unico cordone che sparisce in una tasca del cappotto. 
L’immobilità è rotta da un trillo soffocato dalla stoffa. Risponde la ragazza e lentamente emerge la sua testa dal carapace. Si distendendo il collo e le rughe d’espressione sulla fronte, le labbra contratte si rilassano, gli angoli della bocca si sollevano in sorriso. Monosillabi in risposta a quesiti telefonici. Bofonchia, si rianima, scuote le braccia, le mani in tasca, agita un gamba, si sposta sull’altra. Sorride ancora. Rediviva. Passa attraverso un filo rosso il buon umore.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Ritratti, Storie di banchina e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a Il filo rosso

  1. ysingrinus ha detto:

    Bellissima descrizione.

    Mi piace

  2. stravagaria ha detto:

    Per questo ci vuole un pizzico di colore… 😉

    Mi piace

  3. Miss Fletcher ha detto:

    Cerri fili rossi a volte ti portano in un mondo tutto tuo e sono una sorta di salvezza, dentro a certi fili scorre dentro la gioia.
    Brava sempre tu a cogliere viaggiatori speciali in momenti speciali! Un bacione!

    Mi piace

  4. Tratto d'unione ha detto:

    Tutti siamo un po’ tartarughe ogni tanto 🙂

    Mi piace

  5. tiZ ha detto:

    basta poco 🙂 a me la mattina mi dovete parlare il pomeriggio 🙂

    Mi piace

  6. rodixidor ha detto:

    Osservata e fotografata, non sa di esser diventata personaggio. 🙂

    Mi piace

  7. Vanni ha detto:

    “Le file rouge” come in Giochi senza frontiere!! 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...