L’angelo del male

la-bete-humaineL’angelo del male (La Bête humaine). Francia, 1938. Diretto Da Jean Renoir. Soggetto tratto dal romanzo La bestia umana di Émile Zola.

  • Soggetto: Émile Zola
  • Sceneggiatura: Jean Renoir
  • Fotografia: Curt Courant
  • Montaggio: Marguerite Renoir e Suzanne de Troeye
  • Musiche: Joseph Kosma
  • Scenografia: Eugène Lourié

Diretto da Jean Renoir (figlio di Auguste), tratto da Emile Zola, interpretato da Jean Gabin. Che devo aggiungere?
Il film si apre con una citazione del romanzo di Zola:

In ognuno di noi vive una bestia frenata solo da ciò in cui ci hanno insegnato a credere, il bene e il male. Quando dimentichiamo quegli insegnamenti, la bestia che è in noi si scatena in tutta la sua furia.
Émile Zola

Jacque Lantier, macchinista, ha ereditato la tara dell’alcolismo che lo tormenta con emicranie, accessi di tristezza e attacchi di collera. Il capostazione Roubaud è accecato dalla gelosia che lo porta a uccidere l’ex amante della moglie. Lei, Séverine, femme fatal, cercherà di liberarsi del marito seducendo Lantier. Questi i protagonisti di un racconto che la sceneggiatura di Renoir stesso, ha in qualche modo “alleggerito”, pur mantenendo inalterato l’intento.
L’inizio del film, entrato nella storia del cinema, è una lunga sequenza di quasi sette minuti che mostra il tratto Parigi-Le Havre visto da una locomotiva in corsa. Il montaggio, opera di due donne, Marguerite Renoir e Suzanne de Troeye è di grande effetto: senza dialogo e senza musiche, solo il rumore del treno. L’intera sequenza, come le altre di viaggio, è realizzata con la macchina da presa collocata in modo tale da farci vedere con gli occhi del macchinista Lantier-Gabin.
Jean Gabin, figlio di un conduttore di locomotive, è divenuto con questo film il più celebre ferroviere del cinema francese – come per noi italiani c’è il Pietro Germi de Il ferroviere – e la sua bravura, classe e presenza bucano lo schermo. Da vedere.

Fritz Lang nel 1954 ne ha fatto un remake in chiave americana con il titolo La bestia umana (Human Desire) con Glenn Ford, Broderich Crawford e Gloria Grahame. Nel ’57 un altro remake è stato girato da Daniel Tinayre con il titolo Ossessione di sangue con Massimo Girotti.

posterTrama

Il capostazione Roubaud accecato dalla gelosia uccide l’ex amante della moglie Sévérine. La donna s’innamora di Jacques Lantier, un ferroviere, e lo incita ad assassinare il marito per liberarsene. Il ferroviere  però…

Interpreti

  • Jean Gabin: Jacques Lantier
  • Simone Simon: Séverine
  • Fernand Ledoux: Roubaud
  • Juliene Carette: Pecqueux
  • Colette Régis: Victoire
  • Jean Renoir: il bracconiere (Cabouche)
Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Il treno nei film e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a L’angelo del male

  1. stravagaria ha detto:

    Non lo conosco ma da quel che scrivi, va visto. Mi incuriosiscono le prime sequenze di cui hai parlato…

    Mi piace

  2. Miss Fletcher ha detto:

    Io amo molto Zola ma tra tutti i suoi libri questo è quello che ho gradito meno, certo ha una capacità di indagare la mente umana fuori dal comune.
    Il film mi manca ma c’è Jean Gabin ed è una garanzia! Bacioni Katia, buona serata!

    Mi piace

  3. Elena ha detto:

    Non lo conosce ma ora mi sono incuriosita!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...