Polo in treno

La stazione accoglie un’altra giornata di pioggia. Soliti rumori di viaggio, ma nessuna voce. Nemmeno al cellulare. Non si risvegliano i viaggiatori dalla sonnolenza. Accenni di sole ieri avevano svestito i più audaci, quelli che “primavera ad ogni costo”. Di nuovo oggi il maglione la fa da padrona, ma un lembo scoperto si può ben mostrare, sebbene in evidente “pelle d’oca”.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Fotografia ferroviaria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a Polo in treno

  1. stravagaria ha detto:

    Quella rete di fili che resistono impavidi alla tensione… 🙂 buona giornata!

    Mi piace

  2. mi ricordo che la moda dei jeans stracciati ebbe uno dei suoi boom (il primo, grande?) durante la mia (quasi)adolescenza. era il periodo in cui le mamme premurose andavano in giro con ago e filo e i figli nascondevano i pantaloni per non farseli cucire 😀

    Liked by 1 persona

  3. dafnevisconti ha detto:

    La “primavera ad ogni costo”, una bella espressione che esprime il mio contrario, che rimanderei il tempo di primavera!

    Mi piace

  4. Guido Sperandio ha detto:

    E non si dica che l’essere umano discende dalla scimmia.
    Le scimmie sono più sagge in fatto di ginocchia.

    Mi piace

  5. Miss Fletcher ha detto:

    Urge il tag “ginocchia”… gran bella foto!

    Liked by 1 persona

  6. Lisa Agosti ha detto:

    Mi vien freddo solo a vederla.

    Mi piace

  7. rodixidor ha detto:

    Odio le ragazzine con la smania di indossare jeans stracciati (mia figlia in primis)

    Mi piace

  8. tiptoetoyourroom ha detto:

    Per dei pantaloni del genere una mia collega, in evidente stato di avanzamento senile, ha esagerato un pochino, dicendo ad un’alunna che se fosse sua figlia l’avrebbe già bruciata viva! Io non oso dirle niente (alla collega), perché i jeans strappati li avevo anch’io…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...