Il collezionista di carta

  Insolito il Frecciabianca verso Milano in un venerdì di sciopero dei trasporti. Autolesionismo pendolare. L’uomo in lettura del giornale passa da un Sole 24 ore a un Corriere della sera coprendo così tutto l’arco della giornata [perdonatemi]. Un gesto preciso, lacerante, un rumore di carta strappata, e due pagine vengono separate. Una metà abbandonata, l’altra ripiegata accuratamente e riposta in cartella. Poco dopo l’operazione si ripete, ma con approssimazione e solo su un angolo di una pagina. Una linea imprecisa sagoma un brandello di carta con al centro un trafiletto che viene riletto e riposto con l’altro in cartella. Ancora un paio di strappi e l’uomo ripone il giornale. Armeggia nella borsa e si mette in lettura di un libro… Rimango sospesa in attesa…

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Ritratti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Il collezionista di carta

  1. andreadm81 ha detto:

    Sperando non inizi a strappare anche il libro…

    Mi piace

  2. Affy ha detto:

    Costui ha ridotto il giornale a brandelli, anch’io ho temuto per l’ingloriosa fine del libro! 😦
    Sui treni, a volte, si muove un’umanità fuori controllo …
    Buona giornata, un abbraccio ♥

    Liked by 1 persona

  3. Guido Sperandio ha detto:

    È un altro che sa q

    Mi piace

  4. Guido Sperandio ha detto:

    È un altro che sa quello che vuole

    Mi piace

  5. ah cavoli, ecco che con l’avevo visto prima che venivi a milano, infatti…

    Mi piace

  6. stravagaria ha detto:

    Mi metto in coda anche io se passi da Milano con un po’ di tempo in più 🙂

    Mi piace

  7. Elena ha detto:

    so che dico una cosa non “simpatica”, ma per me che ora uso l’auto, lo sciopero dei mezzi oggi ha portato meno traffico, mi sa che molti sono restati a casa. Un abbraccio

    Mi piace

  8. Lisa Agosti ha detto:

    È un rapitore che usa le parole strappate dagli articoli di giornale per incollarle sulla lettera con cui chiederà il riscatto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...