Vite in viaggio: la donna del casco

  È ora di andare, sono pronta! Ho preso il necessario. Poche cose nello zaino, cibo soprattutto e poi le scarpe comode che c’è da camminare, anche se mi porta il treno, ma dopo si vedrà e poi non si sa mai… Il tempo è bello, ma non troppo. E se là dove vado peggiora, viene freddo o piove? Devo star calda che magari ci passo pure la notte dentro a questa giacca. Il casco me lo tengo in testa, non lo tolgo, che se il treno “ciocca” io sono preparata e non mi faccio male. E non m’importa se quei coglioni mi ridono dietro, che le voci no, non le ho mai sentite, e non è foderato di stagno il mio casco, ma di stoffa morbida, che le botte in testa quelle sì che le ho prese e un elmetto serve eccome… No, non sono “signore” che se mai fossi uomo non mi farei mica chiamare così che l’unico Signore è morto in croce. Sono donna. È che ho smesso di portare la dentiera e il viso mi è crollato, come imploso su se stesso e il sorriso non è più quello d’un tempo e qualche pelo sulla faccia ce l’ho pure, ma non è mica barba ed è venuto in vecchiaia che da giovane ero una bellezza, ma poi la vita… Sono femmina, almeno nel pisciare che sono tanti anni che qualcuno non mi scalda più a dovere e sono diventata arida là sotto come certe foto dei deserti con le crepe, ma me lo ricordo ancora quel calore e se qualcuno poi volesse non mi sto a formalizzare… Ora parto ch’è arrivato il treno. Inizia un altro viaggio verso un dove nuovo. Mica detto che mi piaccia starci, ma intanto vado che qui non lascio niente di importante, anzi, non lascio niente e basta che tutta la mia vita l’ho con me.  

 

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Ritratti, Vite in viaggio e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

21 risposte a Vite in viaggio: la donna del casco

  1. romolo giacani ha detto:

    Bellissimo spaccato di umanità! Hai la capacità di leggere la realtà e di raccontarla in modo da farcela toccare con mano

    Liked by 1 persona

  2. Marcello Trombetti ha detto:

    Bellissimo racconto e questa donna con tutto questo equipaggiamento sembra pronta per andare in Siberia o in un qualche posto con zero gradi

    Mi piace

  3. stravagaria ha detto:

    Un’anima sfortunata che mi muove una gran pena, spero che nella sua vita ci sia più luce di quanta ne hai immaginata tu. Buona giornata 🙂

    Mi piace

  4. m3mango ha detto:

    Un po malinconico, ma bello.

    Mi piace

  5. tiZ ha detto:

    non c’è il tasto non mi piace, non per come l’hai raccontato ma per ciò che suscita… infinita tristezza, mancata tenerezza…

    Mi piace

  6. Tratto d'unione ha detto:

    Non ti tremavano le gambe quando le hai fatto le foto?

    Mi piace

  7. Guido Sperandio ha detto:

    È proprio il caso in cui le ipotesi di vita possono essere tante. Non solo rivolte a dove lei andrà, ma sopratutto da dove la signora viene.
    Unica certezza, quell’immagine. Indiscutibilmente inusuale.

    Mi piace

  8. foxcola ha detto:

    Scritto meravigliosamente come sempre, ma io la “Signora” la conosco, la conosciamo tutti sia noi capitreno che la polfer. E’ tutt’altro che una docile vecchina un pò suonata, anzi è lei che le suona, e nella fattispecie le ha date anche a me, prima che la consegnassi alla polizia, diceva che le si era scollato un tacco degli stivali e che solo stando seduta nell’intercomunicante la colla avrebbe fatto presa e la sua postazione quella volta l’ha difesa a suon di spintoni, ma la polfer anche in quell’occasione mi chiese in maniera fin troppo esplicita di non sporgere denuncia per non perdere tempo con le scartoffie… e poi la gente si lamenta che facciamo sciopero!

    Mi piace

    • Pendolante ha detto:

      Ma dai?! Io la vedevo per la prima volta. Forse era fuori zona. Mi dispiace ti abbia aggredita e come ti ho detto motle volte, io il tuo mestiere non lo farei proprio. Tutta la mia solidarietà. Quindi la signora si fa abitualmente le tratte dell’Emilia Romagna?

      Mi piace

  9. foxcola ha detto:

    Sì,la si trova da Modena in su 😒

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...