Di fame, radio e bestemmie


La radiolina portatile gracchia brani incomprensibili mixati a interferenze a volumi assordanti. Si ostina nel tentativo di sintonizzarla e senza successo alterna una boccata dalla sigaretta e un giro di manopola. È senza volto, la testa chinata coperta dai capelli. Solo dopo, sul treno, vedrò il rossetto accesso sbavato sullo sporco del viso. Ciabatte di plastica arancioni con un vezzoso fiocco di uguale materiale e colore, unghie dei piedi livide, lunghe e nere e nera anche la schiena magra. Impreca con tipica bestemmia emiliana, ma così, come intercalare, senza intenzioni, come molti qui : “D. cane che fame! Sol che arrivi… dai sù!” L’altoparlante per la terza volta annuncia il treno che non arriva e lei non ha pazienza: “Ma D. cane, mi prendono per il culo? Ho fameeeee… Dai arriva, sù.” Sfugge la relazione tra treno e cibo, ma si suppone che alla stazione d’arrivo l’aspetti un pasto.Salita sul treno la sua radio finalmente si sintonizza su una stazione, ma lei continua a bestemmiare.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Ritratti e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

38 risposte a Di fame, radio e bestemmie

  1. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    un’incazzata col mondo?

    Mi piace

  2. cinziarobbiano ha detto:

    una poveraccia…

    Mi piace

  3. fame chimica, azzarderei

    Mi piace

  4. Guido Sperandio ha detto:

    Oh, finalmente! Dopo tutto quel Proust e quell’elite intellettual-borghese, puah!… la voce più vera e genuina del territorio.

    Mi piace

  5. quarchedundepegi ha detto:

    Anche lei avrà i suoi problemi…
    Noi no… perché non bestemmiamo.
    Ciao.
    Quarc

    Mi piace

  6. rodixidor ha detto:

    Schiena non scienza …

    Mi piace

  7. redbavon ha detto:

    Dalla fame non è vero che non ci si veda, ma è latrice di sicura bestemmia. E forse, da come l’hai descritta, dal suo aspetto, dalla suo sprezzo per quanto intorno con quella radiolina gracchiante che sembra un bestemmiare di musica, la sua fame è di una vita migliore, la sua bestemmia è un grido dell’anima, una denuncia di essere fuori dalla grazia di un qualsiasi Dio.

    Mi piace

  8. ysingrinus ha detto:

    Le stazioni possono essere luoghi dell’anima molto tristi.

    Mi piace

  9. Niko ha detto:

    …e mi ci convinco sempre più che c’è tanta gente che sta proprio male di testa :-0
    Ciaoooo

    Mi piace

  10. stravagaria ha detto:

    Un personaggio che non ispira simpatia, meglio sarebbe se fosse frutto di fantasia…

    Mi piace

  11. Topper Harley ha detto:

    Forse non era una fame da cibo ma odio giudicare. Voglio pensare che abitasse di fronte alla stazione di arrivo.

    Mi piace

  12. Tratto d'unione ha detto:

    Simpatica forse no, ma certamente non da disprezzare a causa delle bestemmie. Non siamo mica fondamentalisti qui. O no?

    Mi piace

  13. Astralla ha detto:

    Riesco quasi a sentire la voce roca e l’odore secco di fumo… Che dire..quanta umanità c’è in giro! Piuttosto.. Ma te in ferie non ci vai mai 😉?

    Mi piace

  14. Miss Fletcher ha detto:

    C’è il mondo intero in una stazione, vero?

    Mi piace

  15. Lisa Agosti ha detto:

    che classe!😀

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...