Vite in viaggio: L’uomo impaziente

 Lo chiamavano “Pony” da quando aveva tre anni, come il cavallino che in TV insegnava alla Pimpa a scalciare per sfogare la rabbia. Anche le sue gambe si muovevano nervose in evidente stato di impaziente agitazione ogni qualvolta gli toccava aspettare. Un gioco, l’altalena, un abbraccio, la pappa… Nemmeno la nascita di due fratelli minori lo avevano abituato alla pazienza, lui che veniva sempre dopo, anche s’era nato primo. Un problema poi nelle file della scuola, per il bagno, la mensa, l’attesa della ricreazione… Crescendo il suo scalciare aveva preso la mira colpendo volontariamente parenti, amici, insegnanti per sfociare poi in risse tra adolescenti, in drammi solitari d’impazienza amorosa che non davano spazio all’attesa di una corrispondenza e le storie finivano prima di cominciare. Non andava mai dal medico e fuggiva dai colloqui di lavoro non sopportando di fare anticamera risultando così disoccupato e con un irrisolto, cronico, mal di denti. Fu la naja a metterlo in riga, poi in colonna e i marce forzate. Uno degli ultimi alla leva obbligatoria e lì, pur non vincendola, l’impazienza riuscì a domarla, o per lo meno a gestirla e la sua vita (e i suoi denti) ne trasse notevole giovamento. Nessuno però ritenne un’idea saggia quel suo mettersi alla prova fino all’estremo del pendolarismo, ma a sorpresa i danni si limitarono a qualche discussione accesa con i capo treno, frequenti sbuffi e un’impennata di scurrilità nel linguaggio già colorito.
Lo chiamavano “Pony” per quella sua abitudine di saltare del treno appena fermo, la sigaretta da accendere in una mano, l’accendino nell’altra è una grande impazienza nelle gambe.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Ritratti, Vite in viaggio e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Vite in viaggio: L’uomo impaziente

  1. ma cosa raffigura il disegno sulla maglietta?

    Mi piace

  2. stravagaria ha detto:

    Sigaretta in pole position… Che bello non esserne più schiavi🙂

    Mi piace

  3. Guido Sperandio ha detto:

    Io ero fermo agli uomini che guardavano le donne con tutta l’immaginazione facilmente immaginabile, mica viceversa… che vergognaaaa!

    Mi piace

  4. Astralla ha detto:

    Questa foto sa di “nerbo” o nervo…altro detto della zona. Emette effettivamente energia nervosa!

    Liked by 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...