Il volontario

  
Immobile, in solitaria su una linea immaginaria parallela a quella gialla, sembra vittima inconsapevole di uno scherzo collettivo dove tutti hanno fatto un passo indietro addossandosi al muro e lasciando lui come “volontario” per una qualche impresa.  Curvo come corpo rigido può curvare, con le mani dietro la schiena in gesto antico, fuori dal tempo, di chi tempo ne ha. Se ne sta lì come da bambino a vedere i treni, ma col piglio pigro di chi guarda lavori pubblici stradali, con quel particolare modo d’inclinare la testa di chi osserva in sospensione di giudizio. Scarpe lucide, giacca ordinata, cappello in testa. Pare una divisa d’ordinanza. Solido nella sua fragilità, eppure basta il passaggio di un treno veloce per portarselo via. 

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Ritratti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

32 risposte a Il volontario

  1. alidivelluto ha detto:

    Se tue descrizioni sognanti sono sempre un ottimo inizio di giornata!

    Mi piace

  2. Gisella ha detto:

    Sempre belli i tuoi quadri!

    Mi piace

  3. Guido Sperandio ha detto:

    L’ansia dei vecchi di arrivare, tipica. Probabilmente è l’essere consci di non avere molto tempo davanti.

    Mi piace

  4. no, vebbè, lasciatelo dire: quella del “tutti un passo indietro” è una delle tue perle del 2016. meravigliosa.

    Mi piace

  5. ROBY ha detto:

    Descrizione meravigliosa!!! 😊

    Mi piace

  6. Astralla ha detto:

    Chissà quale pensiero gli sta passando per la testa, tanto da non accorgersi della sua postazione così esposta. In questa foto si sente il peso degli anni di quell’uomo, non ti pare?

    Mi piace

  7. cinziarobbiano ha detto:

    Tenero. E il tuo finale da brividi. In tutti i sensi

    Mi piace

  8. stravagaria ha detto:

    Che bella figura: elegante, quasi d’altri tempi!

    Mi piace

  9. Miss Fletcher ha detto:

    Mai stare troppo vicino alla linea gialla!
    Ha ragione Viv, un signore pieno di stile.

    Mi piace

  10. the quiet man ha detto:

    Un umarell da stazione! Specie rara.

    Mi piace

  11. the quiet man ha detto:

    C’è anche la app. Comunque umarell esiste anche in dialetto modenese, anzi, forse a Modena si pronuncia con una sola elle finale. Umarel.

    Mi piace

  12. massimolegnani ha detto:

    lui è perfetto nel suo clichè, sembra imitare se stesso e a me sembra il pensionato predestinato agli scherzi di “amici miei”
    ml

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...