Il ritorno del frate

  Era settembre 2012 quando l’ho visto per la prima volta in stazione in quello che sembrava un tentativo di contattare il suo “Superiore”. Digitava convulsamente sulla tastiera del telefono pubblico, senza staccare la cornetta. Ci misi un po’ a capire cosa stava facendo, che dai telefoni pubblici si possono inviare SMS, fax ed e-mail.
A distanza di quattro anni il frate è tornato in stazione per un’altra “interurbana”. La cadenza olimpionica delle sue chiamate da’ da pensare, ma non so bene a cosa. Allora mi metto a giocare a “nota le differenze” e subito mi saltano all’occhio le costanti: stessa barba bianca, stesso saio (o comunque modello analogo), stessi sandali. Scomparsi i jeans sotto il vestito d’ordinanza e anche le calze. In testa però un berretto di lana riscalda i pensieri.
Vorrei avvicinarmi e chiedergli molte cose, compreso un conforto sulla sua reale attività al telefono, ma mi rassegno all’ignoranza e dopo un po’ lo lascio solo che non è saggio fissare le persone, anche se dotate di pazienza francescana.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Ritratti, Storie di banchina e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

27 risposte a Il ritorno del frate

  1. stravagaria ha detto:

    E come dimenticare il frate che digitava sms al telefono pubblico? Quattro anni… di già?

    Mi piace

  2. clipax ha detto:

    Chissà con chi comunica il frate…

    Mi piace

  3. edp ha detto:

    Il frate senza telefono cellulare. Un grande.

    Mi piace

  4. FIFM ha detto:

    quindi non potrei mai avere un Fifm del frate!

    Liked by 1 persona

  5. Guido Sperandio ha detto:

    Post religiosamente scritto bene.

    Nota: brava anche a controllare la tua petulanza. Bene o male sei una donna e un “Vade retro satana” te lo saresti beccato (a meno che… he, he!… il contrario…
    )

    Mi piace

    • Pendolante ha detto:

      che fatica stare al mondo caro Guido!

      Mi piace

    • Pendolante ha detto:

      PS. per altro ho notato che già nel 2012 compare il tuo avatar sotto il post… ma è guià tanto tempo che “ci conosciamo?”

      Liked by 1 persona

      • Guido Sperandio ha detto:

        Ti sono grato di avermelo fatto notare: come passa il tempo! Eh sì, chi non muore si rivede o meglio si ri-posta, diciamocelo: cin-cin! cento di questi giorni!🙂
        Tra l’altro, devo dire, oltre che la qualità della scrittura, anche l’immagine di questo post è molto bella (le tonalità, suggestive, luci e marroncini…)
        E tornando alla scrittura, qui è tanto valida da mettere in ombra quel 2012 e farmi pensare che potresti ormai aspirare al Nobel della letteratura pendolare.

        Mi piace

  6. Marco ha detto:

    Probabilmente al telefono parla di Dio e Schopenhauer😉

    Mi piace

  7. Miss Fletcher ha detto:

    Ma… 2012? Oh caspita, me lo ricordo anch’io il frate, eccome!
    Questo è un bellissimo scatto e i frati mi sono proprio simpatici, cara Katia!

    Liked by 1 persona

  8. tiZ ha detto:

    ti immagini a scrivere una mail così? quanto tempo ci vuole?

    Mi piace

  9. Lisa Agosti ha detto:

    Non sapevo si potesse inviare mail dai telefoni pubblici!
    Non demordere, paparazza… la prossima volta vai a chiedi! Non può mandarti al diavolo, è costretto a essere gentile per professione!😀

    Mi piace

  10. rodixidor ha detto:

    Il frate bisestile

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...