Cronache di un Raduno

 Scambi di doni tre blogger al raduno pendolare. Confetti di nozze pugliesi a chilometri zero; taccuini fiorentini e la Guida dell’agricoltore, ovvero Il vero Sesto Cajo Baccelli; cuscinetti natalizi by Stravagaria. Distribuzione in pausa pranzo di gita romana. Amatriciana, cacio e pepe, carbonara dietro Piazza Navona che il proprietario – fuggito dagli schermi di Er monnezza – ci ha regalato dolci mettendoli nel conto scarabocchiato a mano sulla tovaglia in carta. E il Fabio che chiede fiscalmente ricevuta e Tiz con grinta sua napoletana, recupera l’indebito addebito e ce ne andiamo un po’ ridendo, un po’ imprecando, un po’ giurando ritorsioni di recensioni su Tripadvisor. Ma prima ancora, dall’inizio, c’è stato un viaggio in treno di tre ore, metà passate in animate-amate chiacchiere con Monica raccolta alla stazione di Firenze, accolta sul sedile a fronte abusivamente che di posto stava nel vagone successivo, ma fa poi niente.
E a Roma su Piazza Cinquecento di Stazione Termini, abbracciamo di gran spinta Veronica che da giorni ci propone itinerari e ristoranti e di casa è perfetta padrona. E c’è Valentina che per soli 9 euro e 90 ha vinto sei ore di treno da Taranto e mi commuove se li sia fatta per vedere noi. Poi due ospiti graditi, blogger non pendolari, ma romani. L’Albucci che vaga per la stazione a ricercare la sperduta Tiz e Redbavon che si materializza dal nulla sul piazzale. E un caffè assieme al tavolino lì vicino che nessuno varia ordinazione, tutti “normale” e uno in vetro e il panettone offerto dal barista in pezzi stagionati e sigarette – in due – che mi rodo dalla voglia di fumare, poi si parte a piedi, abbandonando Albucci al suo destino (un treno – manco a dirlo – che l’aspetta) e rincasa poco dopo il Radbavon e noi verso la Roma dei bei monumenti a scendere famose scalinate e recuperare Fabio davanti alla fontana de La dolce vita e in un attimo è già sera tra pranzi, chiese, gattare, foto con striscioni – opera di Monica – per sostenere Iacopo #vorreiprendereiltreno e il ghetto, anfiteatri, pioggia lieve e autobus che cambia orario sulle App dell’ATAC e il Mercato Centrale e ancora la Stazione Termini. Di nuovo sopra un treno, quello del ritorno, immersa nell’olezzo insopportabile che fa scappare passeggeri fino al mio sedile a denunciare una suora di emanare cipollosi odori che copriamo con olii essenziali su mani e vestiti e lo smartcoso trilla e annuncia l’arrivo delle prime foto ricordo del Raduno pendolare.
————————————
  Dedicato a Ilaria ed Elena che volevano ma non hanno potuto, a Ammennicolidipensiero che quel giorno era dietro le sbarre, a FIFM che aveva cose altrove, a Cartaresistene che ci saluta sempre, a tutti quelli che, invitati, “non se n’è fatto niente”.

Nessun pendolare è stato maltrattamento nello scrivere questo post.

Il video girato da Valentina è prezioso, non è vietato ai minori e non causa danni alla salute, ma lascio a lei  l’onore di pubblicarlo.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Pendolari on-line, Raduno dei Blogger Pendolari e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Cronache di un Raduno

  1. stravagaria ha detto:

    Tutti allegri e belli! E con quel pizzico di impegno sociale che è dei grandi 😘

    Mi piace

  2. Guido Sperandio ha detto:

    Ma che brave, con tutta la mia (per il poco che conta) ammirazione, anche per il qui riportato resoconto, brillante e nel contempo esauriente.
    È così che si mettono nel paniere della vita ricordi belli, gruzzoli preziosi.
    Complimenti al clan e alla sua portavoce, diciamo più modernamente: pierre (o ufficio stampa?… ma forse ufficio stampa è vecchio, anche)

    Mi piace

  3. Miss Fletcher ha detto:

    Una bella giornata piena di piacevolezze, nuovi incontri e amicizie che si consolidano.
    Che cosa bella!

    Mi piace

  4. tiZ ha detto:

    ma quando ci rivediamOooo, il tempo vola sempre. peccato per chi non c’è stato, però vi abbiam pensati.

    Mi piace

  5. m3mango ha detto:

    Che bel ritrovo!

    Mi piace

  6. ma grazie! dedica apprezzatissima e piacevole sorpresa (piacevole quasi come i biscotti della banda biscotti😀 ). ma la vera sorpresa è scoprire che quel dì c’era l’albuccci con voi!

    Mi piace

  7. redbavon ha detto:

    bel resoconto rutilante, per il carramba-che-sorpresa a Piazza dei Cinqucento, il caffè, il paio di Chiese, la chiacchierata e ciò che mi sono perso. Si ritorna alla lingua scritta e prenderò nota di tutte le pendolanti…Sembra quasi una minaccia da stalker…
    PS: ti è scappata una A di troppo nel mio nick, ma nessun problema….Grazie ancora

    Liked by 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...