Scuola di danza

Quattro sotto i vent’anni. Due ragazzi, due ragazze. Multietnici. Una coppia ferma a lato, l’altra balla davanti alla vetrata scura del bar, specchio improvvisato di una scuola di danza ferroviaria. Si guardano mentre al suono di musica simil reggae (ma proprio non saprei dire) improvvisano passi sincronizzando movimenti, muovendo braccia e gambe in scatti simultanei. Inventano coreografie, sbagliano, riprovano con insistenza. Attraversando le rotaie in insicurezza li raggiungono quattro in mimetica urbana: cappelli con visiera lato nuca, jeans strappati già all’acquisto, scarpe scure da ginnastica. La ballerina insegna al compagno le mosse e quello le impara in due tentativi e da capo ricominciano la sequenza. Perfezionano, insistono mentre gli altri, spettatori, guardano muovendo a ritmo piccoli passi, battendo il tempo con l’ombrello. Poi le ragazze se ne vanno, si mischiano i maschi, si guardano dubbiosi sul da farsi, si salutano, danno il cinque, mano aperta, pugni contro pugni, dita che si stringono e poi si diradano lungo il binario, dentro il bar, verso il cancello… che senza donne è inutile ballare.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Storie di banchina e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a Scuola di danza

  1. plus1gmt ha detto:

    A Milano li vedi spesso nelle aree inutilizzate delle stazioni sotterranee della metro. Spazi giganteschi e provvisti delle vetrate dei negozi spesso desueti che i ragazzi utilizzano come specchio per provare le coreografie. Si danno appuntamento, portano la musica e sognano di diventare crew come quelle dei talent show americani. Sono però meno multietnici di quelli di cui sei stata spettatrice tu: solo sudamericani, solo con gli occhi a mandorla, solo italiani. Quest’inverno vedevo spesso un gruppo di ecuadoriani (almeno credo) che si allenavano con i loro balli tradizionali. Giovani e adulti, con tanto di costumi e bambini al seguito che osservavano desiderosi di imitarne i passi.

    Mi piace

    • Pendolante ha detto:

      A me sembra una cosa bellissima. Non l’avevo mai vista, ma effettivamente ero fuori dai miei soliti orari da pendolare. tentando di capire che musica stessero ascoltando ho anche pensato che tu mi saresti stato d’aiuto 🙂

      Mi piace

  2. stravagaria ha detto:

    Non ne ho mai incontrati ma credo che qualche passo di danza metta sempre allegria, non ti è venuta voglia di provare anche tu quei passi? Poi non lo si fa, ovviamente, ma in un mondo perfetto tutti si sentirebbero liberi di ballare per strada. 😊

    Mi piace

  3. marcello comitini ha detto:

    Non ero presente. Ma tu lo racconti. E mentre narri anch’io mi sono visto in fondo a quello specchio improvvisato, danzare insieme a loro. Io in abito grigio e il collo intrappolato nel colletto di una camicia celeste,divisa perfetta per un condannato a trent’anni di galera, lei in jeans e giaccone bianco che la vestono come le ali di un cigno. Intorno a noi uno stagno di acque nere che profumano di sogni lontani e occhi in silenzio. Alle nostre spalle tu ci guardi e narri. Ascolto la tua voce, e mi assale il rimpianto di non essere presente.

    Mi piace

  4. milesweetdiary ha detto:

    I passi di danza fanno comunque allegria.

    Mi piace

  5. rodixidor ha detto:

    Simpatico modo di aspettare il treno, per chi danza, per chi guarda. 🙂

    Mi piace

  6. hai l’imbarazzo della scelta, direi! https://it.wikipedia.org/wiki/Street_dance
    qui a milano ci son degli angolini nei quali fra poco, con l’arrivo della stegaine calda (forse…), sarà un tripudio di stereo portatili e danze improvvisate

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...