Ricicla la fortuna

Sul binario uno della stazione di partenza, lato bar, sta un marchingegno spilla soldi da luna park. Muovendo una piccola gru è possibile agganciare uno dei tanti pupazzi ammassati dentro il macchinario, oltre il vetro. Ovviamente non prima di aver introdotto il denaro richiesto. L’adesivo pubblicitario recita “Tenta la fortuna”, ma non ho mai visto qualcuno portarsi a casa premi da uno di questi aggeggi; ben che vada si aggancia per una zampa un orsacchiotto che prima di arrivare all’apertura per il ritiro si rituffa con un carpiato in mezzo ai suoi compagni provocando esclamazioni di dolore nel giocatore e nella sua cricca che, accerchiandolo, tifava per la buona riuscita dell’impresa. Evidentemente i variegati pupazzi multicolore ammucchiati scompostamente dietro la vetrata, sono un ambito premio per qualcuno. Considerando che molti genitori, me compresa, soffocano nella montagna di giocattoli e peluche accumulati negli anni dai figli, si potrebbe creare un apposito contenitore per il riciclo che mentre da un lato permette a chi vuole di liberarsi del superfluo, dall’altro rende possibile il sogno di gloria di chi vuole tentare la fortuna. Così la moneta introdotta dal giocatore potrebbe andare direttamente nelle tasche del riciclatore che in un colpo solo fa spazio in casa e riempie il salvadanaio del figlio. E considerando la quantità di giochi che ho in casa, accumulerei una piccola fortuna. 

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Storie di banchina e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a Ricicla la fortuna

  1. stravagaria ha detto:

    Ci finanzi qualche libro universitario come minimo! Ma anche senza tornaconto sarebbe un’ottima idea! Non so più quanti pupazzi ho cestinato nel corso degli anni e molti “non si toccano” a prescindere dall’età 😂

    Mi piace

  2. lamelasbacata ha detto:

    Che bella idea!

    Mi piace

  3. adesso non è più il suo tempo forse, ma quando è uscito questo aggeggio ha sbancato. “psicologicamente perfetto”, direi: ti dà l’idea che la percentuale di riuscita dovuta alla tua abilità di muovere il ragnetto sia superiore a quella di insuccesso costruito a tavolino con un marchingegno inefficiente al punto giusto. e poi, laconicamente, puf!

    Mi piace

  4. Guido Sperandio ha detto:

    Ho ammirato la prosa, e glissato suille fantasie commerciali.

    Mi piace

  5. tiZ ha detto:

    perché non ci abbiamo pensato prima????

    Mi piace

    • Pendolante ha detto:

      A dire il vero qualcosa di simile c’è. da noi ci sono le oasi del riciclo e ci porto sempre l’inutilizzato. Il problema è che spesso ci vado con la piccola e lei si porta casa qualcosa da lì

      Mi piace

  6. Miss Fletcher ha detto:

    Mi sembra una splendida idea!

    Liked by 1 persona

  7. milesweetdiary ha detto:

    Non male come idea 😉

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...