Piccola storia romantica

Evidenziato in arancione dal giubbotto, l’uomo non passa inosservato tra le righe di binari e rotaie che oltrepassa noncurante dei divieti, forse perché il giallo delle strisce di confine sbiadisce innanzi al tono suo più acceso.
Con la decisione di chi ha uno scopo, punta dritto alla ragazza in cartellone. Non le stacca gli occhi di dosso mentre la scopre dalle trasparenze del vetro che la preserva dalle intemperie. S’insinua tra lei e la sua copertura e con gli arti protesi in abbraccio, quasi a coprirla alla vista del mondo, ne dichiara l’amoroso possesso.

Ma forse la storia è andata diversamente.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Storie di banchina e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Piccola storia romantica

  1. Enri1968 ha detto:

    Ehm ehm evidentemente ci tiene…

    Mi piace

  2. civuolepoco ha detto:

    si vede chiaramente che come lui ha allungato le mani lei gli ha mollato uno sganassone…

    Liked by 2 people

  3. la malizia è negli occhi di chi blogga XD

    Mi piace

  4. marco1946 ha detto:

    Lo sappiamo tutti, noi viaggiatori, che nelle stazioni ferroviarie succede di tutto.
    E tu, che sei brava, ce lo documenti.

    Mi piace

  5. massimolegnani ha detto:

    una favola moderna 🙂
    ml

    Mi piace

  6. Guido Sperandio ha detto:

    “L’amoroso possesso”. Già, visione femminile. Les femmes, l’amour…
    Visione, ai fatti: lavoratore precario di impresa appaltata addetto al controllo e manutenzione ecc. ecc.

    Mi piace

  7. stravagaria ha detto:

    Stazione a luci arancioni…

    Mi piace

  8. marcello comitini ha detto:

    Io ho percepito, guardando le foto, odore di carta e di colla e un qualcosa di unto sul bel reggiseno a balconcino di Intimissimi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...