Dipinti in viaggio

Fortemente identitari, certi segni sulla pelle sono riconoscibili quanto i visi. Inutile quindi un taglio castrante dell’inquadratura per mantenere un anonimato già violato. Ne soffrirebbe l’immagine forte di pacata rudezza dei tre viaggiatori silenziosi. Rassicuranti nella loro tranquilla presenza assertiva, eppure inquietanti come minoranza etnica che in gruppo pare minacciosa. 

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Fotografia ferroviaria, Ritratti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a Dipinti in viaggio

  1. Guido Sperandio ha detto:

    Meno che ci sono loro, Califfato e ISIS non ci devono più fare paura,

    Mi piace

  2. rodixidor ha detto:

    Paradossalmente risultano un’omologazione di gruppo con i loro colori sulla pelle. Paradossalmente rappresentano un’immagine di tenerezza con sullo sfondo il manifesto di Comics che pubblicizza l’ennesimo corso di graphic art.

    Mi piace

  3. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Ma si fotocopiano i dna per avere anche la tesa del cappello con la stessa inclinazione?

    Mi piace

  4. massimolegnani ha detto:

    ..rassicuranti mica tanto! di sicuro, io, che non sono nato eroe, non mi sarei azzardato a fotografarli 🙂
    ml

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...