Questione di anticorpi

Dal finestrino aperto del treno in sosta voci entrano in vagone. Sul marciapiede si agita un tipo con maglietta verde a maniche corte arrotolate che non ne vogliono sapere di restare sulle spalle e richiedono una manutenzione continua. Anche i pantaloni scuri della tuta gli danno da fare avendo il cavallo che cede insistentemente alla forza di gravità. Pochi capelli in testa concentrati sulla nuca. La scritta Arizona sul petto. L’espressione gradassa sulla faccia. Infila il pollice nel proprio girocollo e sporgendolo lo mostra arrogante alla ragazza che ha davanti: “La vedi questa” dice a gambe aperte, “questa era di un tossicodipendente.” Molla la collana, solleva il braccio destro e col sinistro mima un’ignizione: “si bucava in vena dalla mattina alla sera. Io ci mangiavo assieme, ma non ho mai preso niente. Nessuna malattia.” La ragazza si accenda una sigaretta e lo guarda assentendo. Arizona dopo pausa d’effetto, continua: “Ti dico subito che se sei uno sano le malattie non le prendi. Chiaro?! Io sono uno pieno di anticorpi!” Lei ammutolisce. Lo guarda ammirata e chiede: “E io che di anticorpi non ne ho?” Arizona la fulmina: “Eh, te sei spacciata!” e con uscita di scena holliwoodiana si allontana dalla ragazza per darle il tempo di ammirarlo e rimuginare sulla faccenda.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Storie di banchina e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

30 risposte a Questione di anticorpi

  1. stravagaria ha detto:

    Un colloquio inquietante che getta una luce sinistra sulla decadenza dell’umanità…

    Mi piace

  2. Tratto d'unione ha detto:

    Quand’era che credevamo di averla salvata l’umanità?

    Liked by 1 persona

  3. Enri1968 ha detto:

    Ma…è successo davvero?!?
    😊

    Mi piace

  4. rodixidor ha detto:

    La ragazza mostra invece di averne di anticorpi ed anche efficaci, anti-Arizona sicuro fra questi. 🙂

    Liked by 1 persona

  5. tiZ ha detto:

    e quando ci sta a salute…

    Mi piace

  6. Guido Sperandio ha detto:

    Tirare una morale occorrerebbe un discorso tanto lungo da minimo tesi di laurea. Nel contempo non è liquidabile con una semplice battuta. Non resta che prendere nota e dare nel contempo atto che questo tuo lavoro assiduo di mini-reportage ha il grande merito di aggiornarci e farci sapere dove, come e anche chi siamo.

    Mi piace

  7. massimolegnani ha detto:

    Uno cosi’ sopravvive anche all’inverno nucleare, purtroppo
    ml

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...