Il maratoneta

In discesa dal treno l’uomo comincia la sua corsa verso un luogo, un ora, una persona. Forse il nulla. Forse corre solo per il gusto di correre, novello Forrest Gump. Il vetro del finestrino lo chiazza di sporco, lo scuro del cielo lo tinge di fosco, ma ingiustamente. Segue nella sua corsa la striscia di pavimento tattile installato con il restyling della stazione, come fosse in corsia di pista di atletica leggera. Ma sul fondo del binario, al limite del marciapiede, lo immagino affrontare il termine corsa con un attimo di titubanza, decidere all’istante sul da farsi, saltare sull’ultimo vagone del convoglio in partenza, e ricominciare la sua corsa lungo il corridoio del treno nel senso di marcia, anticipando così nell’arrivo i passeggeri seduti nell’ultimo vagone e percorrendo due volte, ma contemporaneamente, lo stesso tragitto, uno coi piedi, l’altro sulle rotaie. Plausibile però che termini i vagoni prima dell’arrivo in stazione e gli tocchi quindi tornare sui suoi passi ripercorrendo a ritroso la strada già fatta e doppiando in questo modo tutti i viaggiatori, ma non la distanza percorsa dal treno che andando in senso opposto calpesta terreno che solo dopo verrà sorvolato (sul pavimento dei vagoni) anche dal maratoneta. All’arrivo alla stazione successiva l’uomo avrà percorso più volte il convoglio, ma non per questo avrà fatto più chilometri del treno e nemmeno dei viaggiatori che non hanno mosso un muscolo per tutto il viaggio, anzi, ipotizzando che a treno fermo il maratoneta si trovi nell’ultimo vagone, il viaggiatore su quello di testa, sebbene seduto, avrà senz’altro fatto un tratto di rotaie in più di lui. Allora non gli resta che scendere e continuare a correre, forse verso il sottopassaggio, forse per salire sul treno in partenza sul binario opposto che lo riporterà alla stazione d’origine.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Ritratti, Vite in viaggio e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

25 risposte a Il maratoneta

  1. Marcello Trombetti ha detto:

    Bellissimo racconto e ogni giorno incontri persone diverse che fanno per prendere il tram per primo o fanno queste cose per passare un pò di tempo in mezzo a tutta questa gente.

    "Mi piace"

  2. Ogni mattina, in Italia, un pendolare si sveglia e inizia a correre. Sa che dovrà correre più veloce del treno per non perderlo. Ogni mattina, in Italia, un treno si sveglia e inizia a correre. Sa che dovrà correre più veloce del pendolare a prescindere, per una legge fisica innanzitutto. Ogni mattina, che tu sia treno o pendolare, comincia a correre. (lunga cit.) 😉

    Piace a 3 people

  3. alemarcotti ha detto:

    😀😀😀😀

    "Mi piace"

  4. rodixidor ha detto:

    Un treno si muove a velocità Vt dalla stazione A alla stazione B. La distanza AB misura 50 km la velocità Vt è pari a 100 km/h. La lunghezza del convoglio è di 30 m, la velocità del maratoneta che corre sul convoglio è di 2k/h. Il candidato calcoli quante volte il maratoneta percorre l’intero treno nel tragitto che il treno compie dalla stazione A a quella b. Quale è la velocità massima del maratoneta rispetto alla stazione A. Il maratoneta mentre corre .trasferisce file con un viaggiatore seduto sull’ultimo convoglio del treno via bluetoot . Di quanto varia il tempo di trasferimento (se varia) quando il maratoneta si sposta nei due versi opposti ? Se il maratoneta viaggiasse a velocità della luce ? ……
    Oddiomio inizia un lunedì particolarmente pesante !

    Piace a 1 persona

  5. Fancyhollow ha detto:

    A me fa venire in mente Achille e la tartaruga! Lunedì alle prima ora fisica e alla seconda filosofia! 😨😨😨

    Piace a 1 persona

  6. tramedipensieri ha detto:

    …che anZia…. :))

    "Mi piace"

  7. stravagaria ha detto:

    Con tutto questo correre ora mi metto seduta e mi bevo qualcosa di caldo e mi riposo! … eh già qui fa freschetto…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...