Ricomincio dalla coda

Buio, parcheggio, scale, sottopasso. Luci bianche da astronave aliena percorrono in strisce il corridoio infastidendo occhi addormentati di pendolari tornati in stazione col nuovo anno. L’odore, i rumori, le luci e l’atmosfera sono così familiari che accolgono come striscione di bentornato, avvolgono come scialle di lana, ma con le maglie così larghe da far passare spifferi e gelo e malanni e ritardi e disagi…
Il Regionale sul binario 1 aspetta il passaggio del Frecciarossa sul 2. Questione di lignaggio; vassallaggio ferroviario. Sul marciapiede scorrono visi dietro i finestrini del treno, alcuni noti, altri no, ma l’illusione del loro movimento è data dal mio procedere verso la biglietteria. All’altezza dell’ingresso l’ultima carrozza aspetta di accogliermi appena fatto l’abbonamento e mi dà un senso di novità salire in coda che di solito mi è più comoda la testa. Nessuno in fila agli sportelli. Pochi minuti ed esco in tempo per vedere il treno partire. Volevo cominciare dalla coda, ma l’ho persa.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Vita da Pendolante e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

37 risposte a Ricomincio dalla coda

  1. Primula ha detto:

    Al fischio del capostazione si ricomincia, una sorta di arbitro che sancisce l’inizio di una nuova partita.
    Buon Anno!

    Mi piace

  2. Gisella ha detto:

    Buona ripartita😀

    Mi piace

  3. tramedipensieri ha detto:

    Si rinizia, buon anno e buon viaggio sempre :))

    Mi piace

  4. tiptoetoyourroom ha detto:

    Il “vassallaggio ferroviario” mi piega :)))

    Mi piace

  5. gianni ha detto:

    …però dai, almeno l’astronave aliena non era piena di creature aggressive! O sì?

    Mi piace

  6. marco1946 ha detto:

    Perdere il treno per pochi secondi è un incubo ricorrente. Troppe volte mi è successo negli anni sessanta…
    Comunque, bentornata in stazione!

    Mi piace

  7. quarchedundepegi ha detto:

    Vedere la coda del treno che se ne va…
    BUON GIORNO ugualmente.
    Quarc

    Mi piace

  8. rodixidor ha detto:

    Perchè si dice mettere il sale sulla coda ?

    Mi piace

  9. Miss Fletcher ha detto:

    Pronti via, si parte!
    Buon rientro nel quotidiano e su queste tue pagine, Katia.

    Mi piace

  10. Guido Sperandio ha detto:

    Resta, comunque, che l’occhio cisposo di questo tuo primo sporco mattino ha saputo beccare una gran bella foto!
    Me la sono crogiolata.

    Mi piace

  11. stravagaria ha detto:

    Sempre dura ricominciare, specie con questo tempo da copertine!

    Mi piace

  12. tiZ ha detto:

    Stessa storia: dopo 15 gg di ferie , mi alzo prima e arrivo comunque in ritardo per non so quanti treni soppressi per Pozzuoli !!! Mai una gioia !!!!

    Mi piace

  13. arrivo, tardi ma arrivo (no, non è una pubblicità di trenitalia 😀 ). buon anno!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...