Morra

L’attesa del treno del mattino nel freddo invernale copre le teste di cappucci e berretti e peli d’imbottiture sintetiche, più raramente vere. Le due stanno sul binario, una in panchina l’altra in piedi, ma è chiaro che si conoscono ancor prima che inizi un gesticolare di pugni e mani e dita che fanno pensare alla morra cinese. Niente linguaggio dei segni, solo un’abitudine molto latina di accompagnare alla parola il gesto, sottolineare il concetto col movimento, incidere l’aria per fermare le idee. Il torpore del recente risveglio, il freddo o la mancanza di interesse, inebetiscono e immobilizzano l’ascoltatrice in piedi, mentre dalla panchina l’amica insiste nel racconto di serata con amici, di problemi di famiglia, vicende di lavoro… oppure erano problemi di lavoro e serate di famiglia e vicende di amici o serate di lavoro famigliare con amici… non sembra importare poi troppo alle 7 del mattino.

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Storie di banchina e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

30 risposte a Morra

  1. Tratto d'unione ha detto:

    Una foto che coglie l’attimo

    Mi piace

  2. lepastelbleu ha detto:

    buongiorno carissima Pendolante. Scrivi in maniera fortemente evocativa, quello che racconti rimane “dentro” e io, che pendolo 3 mattine a settimana per breve tragitto, quando arrivo in stazione, mi sembra di trovare le tue evocazioni…(e per le decorazioni di pelliccia, speriamo siano sempre sintetiche…questo lo ribadisce anche Coniglio-Oklahoma)

    Mi piace

  3. Guido Sperandio ha detto:

    Toh, scopro che la Transiberiana passa da Modena!!!!

    Piace a 1 persona

  4. alidivelluto ha detto:

    Tutto ciò mi ha ricordato questo

    Mi piace

  5. quarchedundepegi ha detto:

    Alle 7 del mattino può essere interessante scaldarsi pensando ai bei sogni appena lasciati sul cuscino.
    BUON GIORNO.
    Quarc

    Piace a 1 persona

  6. rodixidor ha detto:

    Ma è il risveglio delle relazioni. E’ l’alba e si tenta comunque di stabilire le prime connessioni, che sia con una faccina su Whatsapp o una mano protesa, il mezzo usato non cambia il significato: abbiamo bisogno di farci ascoltare. E proviamo con un foglio, virtuale o a gesti, potremo trovare dall’altra parte il sasso da avvolgere in un abbraccio oppure le forbici che ci frantumano, comunque sarà valsa la pena tentare.
    Buongiorno Pendolante. 🙂

    Piace a 1 persona

  7. stravagaria ha detto:

    Pian piano abbandoneremo anche i cappucci col pelo… ancora un paio di musetti al massimo 😊

    Mi piace

  8. stravagaria ha detto:

    Ops… mesetti!

    Mi piace

  9. massimolegnani ha detto:

    incallite giocatrici siberiane
    ml

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...