Le 7 note – Il professore: DO

Il mio primo racconto su Le 7 note

Tratto d'unione

DO

Raccontava spesso quell’aneddoto del suo passato nelle serate con gli amici, un po’ per il gusto istrionico di intrattenerli, un po’ perché quella storia apparteneva a un mondo lontano dal quale con fatica si era affrancata.

Al primo piano del suo condominio, quand’era bambina, abitava un vecchio, arcigno professore che si diceva avesse avuto un passato di illustre musicista, ma all’epoca viveva dando lezioni di pianoforte a pochi bambini che venivano da fuori quartiere. Lei si fermava spesso sul pianerottolo ad ascoltare quei suoni che, per quanto stonati da mani inesperte, erano vivi, pieni, reali, non filtrati da radio o televisione. Melodie sconosciute nel suo mondo fatto di musica pop, quindi dense di mistero e fascino. Un unicum in quel palazzo popolare, anzi, nell’intero rione. Più di una volta il professore l’aveva sorpresa seduta sulle scale condominiali ad origliare e un giorno, con tutto il coraggio dei suoi 7 anni…

View original post 498 altre parole

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in collaborazioni tra blogger e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Le 7 note – Il professore: DO

  1. stravagaria ha detto:

    Bel racconto! Sono davvero felice che tu sia tornata a scrivere, peccato che le note siano solo sette, magari potresti aggiungere diesis e bemolle 😉

    "Mi piace"

  2. pani ha detto:

    Bello! Ma perché non usi anche bemolle e diesis? Sette sono poche

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...