Vite in viaggio: La ragazza media

Vivere in dieci nella stessa casa non aiuta ad emergere come individuo, soprattutto se non hai doti di spiccata intelligenza, simpatia, bellezza, cattiveria, soprattutto se stai nel mezzo, se non sei né la primogenita, né la più piccola di sei tra fratelli e sorelle. Insomma sei la media, nella media, a rischio di mediocrità. Nessun talento, nessun deficit. E allora se anche il pensiero razionale non elabora ancora il concetto, diventa prioritario distinguersi, emergere, non soffocare e perdersi tra le teste dei fratelli, tra i nomi mischiati, sbagliati, scambiati. Ottenere l’attenzione dei genitori e dei nonni ed essere accuditi dai più grandi e ricercate dai più piccoli. E quando, sul banco di scuola, un evidenziatore giallo ti svela l’effetto dirompente della fluorescenza sull’inchiostro, capisci che ci sono escamotage per emergere e che un tocco di colore contrastante può fare la differenza tra l’essere visto o ignorato. Così da quella prima collana di carta evidenziata in giallo che ti sei messa al collo, non hai più smesso di indossare contrasti cromatici, fluorescenze, brillantezze, luminescenze, scintillii. E anche se non tutti sanno il tuo nome, non si può fare a meno di guardarti.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Ritratti, Vite in viaggio e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

22 risposte a Vite in viaggio: La ragazza media

  1. lamelasbacata ha detto:

    Da te un ritratto me lo farei fare di corsa! Che brava sei

    "Mi piace"

  2. massimolegnani ha detto:

    a prima vista quegli occhiali chiassosi e ingiustificati per la scarsità della luce mi disturbavano.
    Ma tu, prima di scriverne, hai “letto” la ragazza e io che leggo te ora mi ricredo. Fa bene la ragazza a mettere quegli occhiali stravaganti e hai fatto benissimo tu a mostrarcela nella luce giusta.
    ml

    "Mi piace"

  3. marco1946 ha detto:

    Foto praticamente perfetta. Applaudo!!!

    Piace a 1 persona

  4. rodixidor ha detto:

    Qui si confonde la media con la mediana. Ovvero la posizione in mezzo ad una distribuzione con la media delle sue caratteristiche. Non sempre stare nel mezzo significa essere nella media, anzi a volte si può occupare quella posizione ed essere ben al di sopra della media di chi ci circonda. C’è chi ci ha addirittura vinto un mondiale. Non voglio addentrarmi in discorsi di statistica, vi lascio il Liga, che lo spiega meglio di me. 🙂

    Piace a 1 persona

  5. Bello! (il ritratto “tridimensionale”, ma anche lo scatto rubato che l’ha ispirato…) Brava!
    Mi capita, a volte, per imperscrutabili motivi, di certo legati a incontrollabili suggestioni, di passare un intero viaggio a osservare, respirare, “vivere” – a modo mio, nella mia immaginazione aggiunta – un compagno di viaggio, maschio o femmina, giovane o vecchio… Mi sa che tu ne sai ben qualcosa…

    "Mi piace"

  6. Guido Sperandio ha detto:

    Ma è tutto molto più semplice. Più a Sud vai e più si ricorre ai colori vivi. È probabilmente la reazione istintiva a una luminosità crescente. Vedi carretti della tradizione siciliana.
    Ricordo i camion con la verdura che arrivavano dalla Puglia, quando ancora la globalizzazione non ci aveva uniformati. Erano camion folkloristici per me qui al Nord, camion decorati variopinti. Per non parlare dei vari notevoli maestri, Guttuso ad esempio, il primo che mi viene in mente.
    Poi, ultimo ma non ultimo, gli occhiali alla Lolita con la montatura colorata li sorprendi anche su nasi bianchi nostrani.
    Diciamo, Lady K., che stamattina hai il cuore di traboccante poesia, ti capisco, ahimè, càpita.

    "Mi piace"

  7. lei stava ovviamente fotografando te. chissà che post ha scritto. 😉

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...