Caduta libera

A fatica tiene gli occhi aperti, ma si rifiuta di appoggiarsi allo schienale. La signora rimane in equilibrio precario ondeggiando pericolosamente fino ad accasciarsi di lato sul finestrino, la guancia schiacciata contro il vetro dal proprio peso. Ha il baricentro troppo sbilanciato in avanti per restare ferma e inizia presto una lenta azione di scivolamento in avanti cheeek to glass. Pulisce il vetro con la guancia lasciandovi un’invisibile striscia, un’impronta umana, per poi svegliarsi di soprassalto superata l’inclinazione di guardia e con gli occhi in fessura riguadagnare la posizione iniziale e ricominciare lo scivolamento. Ad ogni ciclo di pulitura vetro il risveglio è sempre più tardo e provoca in chi la guarda l’ansia crescente di vederla rovinate a terra. Nello specifico sono le mie ginocchia quelle su cui crolla in fine, scusandosi con sorriso imbarazzato e giustificando la sua sonnolenza. Solo alla promessa di svegliarla a Reggio, la donna si decide finalmente a dormire appoggiata allo schienale.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Storie di treno e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

20 risposte a Caduta libera

  1. Tiziana ha detto:

    Brutta la sonnolenza e il timore che la tua fermata è non tanto distante. La paura di oltrepassare la tua destinazione e perderla, ti fa stare svegli, più o meno, con effetti devastanti. Il sonno è una brutta cosa. Ti rilassa solo se sai che verrai svegliato al momento giusto.

    "Mi piace"

  2. stravagaria ha detto:

    Regalare un sonno tranquillo a un passeggero stanco… un atto di solidarietà pendolare 😉

    "Mi piace"

  3. quarchedundepegi ha detto:

    Stupenda scena… documentata.
    BUONGIORNO.
    Quarc

    "Mi piace"

  4. marco1946 ha detto:

    sarebbe utile alle viaggiatrici (ai viaggiatori) attaccarsi un vistoso cartello al collo “per favore svegliatemi a Reggio”

    "Mi piace"

  5. Guido Sperandio ha detto:

    Non mi riesce proprio di fare lo spiritoso. Povera umanità, ha anche l’aria di essere una signora con la sua età, quel sonno sarà probabilmente la conseguenza di una qualche situazione, che di qualsiasi genere sia, non può essere piacevole.

    "Mi piace"

  6. massimolegnani ha detto:

    con quella sonnolenza, senza il tuo aiuto, si sarebbe svegliata a Reggio…Calabria
    ml

    "Mi piace"

  7. ff0rt ha detto:

    Più che libera la chiamerei “caduta vincolata” (dal finestrino e dalle tue ginocchia).

    "Mi piace"

  8. le terme le avranno messo sonnolenza, troppo relax (parrebbe dalla roba che ha al collo che sia stata al centro benessere balnea di sassuolo).
    e NO, NON MI RIDIRE QUELLA STORIA DEI PARTICOLARI CHE NON È MICA VERO 😀 😀 😀 😛

    Piace a 3 people

  9. tramedipensieri ha detto:

    A volte si riesce a prendere sonno solo in posizioni non proprio comode… 😉

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...