Gioielli preziosi

Se ne sta tutto il viaggio proteggendo ciò che sembra avere di più caro al mondo: il suo smartcoso. Non si limita a reggerlo, ma lo cela a occhi indiscreti, a mani furtive, forse ai raggi B che balenano nel buio vicino alle porte di Tannhäuser. Si assopisce, ma non molla la presa. La testa gli cade sul petto nel sonno, “È tempo di morire”, ma non avrete mai il mio cellulare.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Ritratti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Gioielli preziosi

  1. Ho come un deja-vu… 😉

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...