Ragli notturni su tratta regionale

Spavaldamente entra, siede, parla. Ostenta spocchiosamente il tono di chi del mondo ha capito l’andamento e a tutti vuol farlo sapere. Della sua voce il silenzio del treno notturno amplifica il volume, con evidente sua soddisfazione. Solo zittisce a tratti per ascoltare o ridire d’un raglio gutturale che ferisce le orecchie e ad ogni battuta ritenuta sagace, o anche solo efficace, controlla l’effetto sugli sparuti viaggiatori.

Dai oh, almeno ad Asiago mangi bene… Il formaggio… Te lo metti in culo il formaggio? Oh ma da dove lo mangiii??

Ragilia

“… i Bigoli li fanno ovunque li… ma l’anatra era viva? … il becco l’hai mangiato te, eh?

Raglia

“Prima o poi tocca tutttiiii” canta.

“Alla sera mangi sughi pronti?… ti fa quelli della Barilla la tipa?”

E raglia

“È il suo cervello malato che ha dei problemi, minchia minchia… eh gioia dai, ti saluto si ciao… Si si, io sto bene, tanto peggio di così… “

E raglia, ma meno convinto.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Storie di treno e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

27 risposte a Ragli notturni su tratta regionale

  1. Enri1968 ha detto:

    Eh, che viaggio.

    "Mi piace"

  2. La notte su un treno regionale/locale può essere inquietante… Mi hai fatto venie in mente un episodio di un paio d’anni fa, un gruppo di ragazzi ubriachi o fatti che hanno “popolato” un vagone tenendo letteralmente in stato di scacco il resto dei passeggeri, me compreso, che a fatica cercavano di distrarsi e non far caso ai rumori di devastazione, agli schiamazzi, le bestemmie e gli insulti che provenivano dal piano sopra o dal corridoio, nella speranza che non si avvicinassero e non si dovesse arrivare al confronto. Ogni momento sembrava che dovesse partire una rissa o si staccasse un pezzo di treno. Nell’immaginario collettivo delle sei persone sedute nel mio scompartimento (tutte donne, a parte me), ne sono convinto, si prefiguravano minacce, tentativi di rapina, qualche atto di violenza, la lama di un coltello, una chiamata d’emergenza…
    Fu una mezz’ora da incubo. Alla fine, alla terza fermata quella decina di adolescenti esagitati (c’erano anche un paio di ragazze) abbandonarono il treno con le loro urla, i loro insulti, i loro calci, le bottiglie e i rutti, la musica di uno stereo portatile a palla li seguì sulla banchina.
    Tirammo tutti un sospiro di sollievo. Non avevamo detto nemmeno una parola (sapevo che la mia vicina più prossima era una turista straniera). I muscoli tesi e lo sguardo ostinato su una pagina di libro o un cellulare, avevamo semplicemente atteso che tutto ciò avesse fine.
    Ci fu qualche commento liberatorio, dal tono più che esaustivo.
    Io e la vicina ci scambiammo uno sguardo d’intesa. Era finita.
    Quei ragazzi erano semplicemente “saliti su un treno”. Noi, complice se vuoi il pregiudizio…, eravamo stati presi in ostaggio.

    Piace a 2 people

  3. libera.mente ha detto:

    Un povero paese dei balocchi…

    "Mi piace"

  4. massimolegnani ha detto:

    chissà perchè, nonostante la foto inequivocabile avevo inteso che fosse una donna la ragliatrice.
    Pregiudizio sessista?
    🙂
    ml

    "Mi piace"

  5. Guido Sperandio ha detto:

    Letti i commenti l’idea che mi sono fatta è che quella telefonata sia solo un fastidioso ronzio di zanzara rispetto all’esperienza di donna sola che si imbatta in situazioni di viaggio meno innocue.
    Quanto all’uomo del formaggio è il perfetto elettore medio stando al risultato dei sondaggi, ammesso siano attendibili.

    "Mi piace"

  6. certo che domande così non se ne sentono spesso, deve dare una certa soddisfazione rispondere alla destinazione d’uso dell’Asiago o sullo stato di salute dell’anatra.

    "Mi piace"

  7. gianni ha detto:

    Vabe’ non hai corso il rischio di addormentarti

    "Mi piace"

  8. stravagaria ha detto:

    Che conversazione esemplare…

    "Mi piace"

  9. Tratto d'unione ha detto:

    Un raffinato intellettuale 😦

    "Mi piace"

  10. Marco Carnazzo ha detto:

    Oh. Mio. Dio. 😆

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...