Ritorno al bar della stazione

Da molto mancavo dal Bar della stazione. Il caffè mattutino rimandato all’arrivo al lavoro, una sbobba imbevibile da distributore automatico. Tempo che manca, bus da prendere, bici da aggiustare, minuti da recuperare. Oggi ritorno al caffè del bar della stazione e ritrovo atmosfere attutite dalla vetrata oscurante, la luce del mattino, rumori di tazzine, piattini, cucchiaini che girano e sbattono, lo sbuffare del vapore per i cappuccini le richieste dei clienti caffè-ristretto-macchiato, caffè-lungo, cappuccino-chiaro-senza schiuma… E l’attesa. Sempre l’attesa. Di andare o partire. Arrivare, uscire, stare. Un porto franco tra la città è la stazione, tra il noto dell’abitare e l’ignoto del viaggiare. La solitudine dell’attesa, il momento prima di uscire nel traffico, di entrare sul treno, di partire verso un altrove. Un prendere fiato prima di buttarsi.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Storie di banchina e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Ritorno al bar della stazione

  1. romolo giacani ha detto:

    Un luogo fuori dal mondo e dal tempo…Un po’ come il fine settimana!

    "Mi piace"

  2. stravagaria ha detto:

    Ci vorrebbe del tempo in più, soprattutto la mattina…

    "Mi piace"

  3. rodixidor ha detto:

    Però le tue foto non restituiscono la calca, le corse, i rumori. Forse fatte in un momento di risacca fra un’ondata e l’altra della marea dei pendolari.

    "Mi piace"

  4. Guido Sperandio ha detto:

    Vero, vero! Hai colto – saputo – cogliere. E reso, anche.
    Le immagini poi sono corredo eloquente, la solitudine esce palpabile.
    Bravissima, 7+ (Si usa ancora dirlo o appartiene ormai alla preistoria scolastica?)

    Piace a 1 persona

  5. massimolegnani ha detto:

    il tintinnio delle tazzine è un suono confortante come sentirsi al posto giusto anche solo per i pechi istanti di un bere frettoloso.
    ml

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...