Pendolare del Verbo

La sua voce sovrasta i rumori della stazione. Una litania monotona e incomprensibile, una voce profonda, africana che si diffonde nell’aria arrivando a metri e metri di pendolari disseminati sulla banchina. Si fa più forte, si avvicina, si ferma, occhi negli occhi. Non abbassa la voce, non cambia registro, non migliorata il suo italiano incerto, ma diffonde il Verbo. Devo accettare Gesù, devo portarlo nel mondo. Annuisco, la tranquillizzo e passa oltre.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Ritratti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Pendolare del Verbo

  1. stravagaria ha detto:

    Annuire mi sembra una buona idea…

    Piace a 1 persona

  2. Voglio quel trenooooo!!!! Buaaaaaahhhhh!!!!

    "Mi piace"

  3. Pingback: L’apocalisse | paracqua

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...