L’erba del vicino

La ragazza del primo pomeriggio lascia messaggi vocali al cellulare quando sale in carrozza il ragazzotto che la saluta con un’insolita stretta di mano per quell’età, tra uomo e donna. Il vagone è vuoto, fatta eccezione per una strana blogger che finge indifferenza. I due parlottano, un “ce l’hai?” e la merce passa di mano. Lui la prende, si rimette a sedere e inizia a sminuzzarla con le dita, mischiandola col tabacco di una sigaretta squartata per l’occasione. Lei lo guarda poi reclama: “cash!” Lui la rassicura, anche se non li ha con sé prende il treno tutti i giorni per andare a scuola…

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Storie di treno e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a L’erba del vicino

  1. Guido Sperandio ha detto:

    Non solo libri, dunque. Hai fatto lo scoop.
    Chissà se rientrava nello 0,5 oggetto della rissa di ieri in Parlamento.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...