Caviglie incoscienti

La presa di coscienza del tempo che passa è spesso causata da eventi esterni che ti colpiscono inaspettati come vasi da fiori defenestrati per accidente. Così le caviglie scoperte degli studenti sulla banchina mi ricordano che anche io, un tempo, non temevo il clima invernale, o comunque lo sopportavo con la noncuranza giovanile di chi ha il fisico adatto a sopportarlo o l’incoscienza per ignorarlo.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Fotografia ferroviaria, Vita da Pendolante e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

28 risposte a Caviglie incoscienti

  1. Lisa Agosti ha detto:

    Questa nuova moda è quasi più terribile dei pantaloni col cavallo alle ginocchia.
    Mi vien mal di pancia solo a vedere questi “garretti” esposti. 😀
    Ai miei tempi andava la zampa di elefante troppo lunga, finiva sotto la suola e si infangava e si sfrangiava, ah, che nostalgia! 🙂

    "Mi piace"

  2. Tiptoe ha detto:

    Bei tempi…

    Ciao Pendolante e buon anno 🙂

    "Mi piace"

  3. Guido Sperandio ha detto:

    Fisico più follia, sì. D’altra parte, ogni età ed epoca ha le sue. L’importante è che a non pagare siano gli altri il che invece, vedi guerre e incendi, accade sempre.

    "Mi piace"

  4. Miss Fletcher ha detto:

    Eh beh… che anni belli. Poi mentre commento mi viene anche in mente che da voi probabilmente fa più freddo. Baci cara, buona giornata!

    "Mi piace"

  5. lepastelbleu ha detto:

    stamattina ho pensato la stessa cosa ma quelle caviglie erano spettralmente intirizzite ed io nelle splendide calze di lana…

    "Mi piace"

  6. tramedipensieri ha detto:

    Si…un pò come quella modaccia di non asciugare i capelli ricci per poterli tenere a bada da asciutti….e……via con la cervicale

    "Mi piace"

  7. growingupfra ha detto:

    Stavo facendo questa esatta riflessione stamane con una collega mentre noi andavamo al lavoro e il resto del bus andava a scuola… mamma che tempi erano quelli!

    "Mi piace"

  8. Marco Carnazzo ha detto:

    È ancora più da vecchi litigare con tua figlia sull’argomento.
    Una storia vera 🙂 .

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...