Spazzamenti con ‘tenzion

Dove sei sei, lui arriva e ti sposta. Se sei a destra deve venire a destra, se a sinistra deve pulire a sinistra, se ti metti al centro lui punta al centro. Con un mantra nervoso, ad alta voce avverte: “‘tenziò, ‘tenziò. Spostarsi prego!” L’uomo con la scopa muove i pendolari sulla scacchiera del marciapiede, provocando un movimento continuo a ondate che procede al suo passaggio con l’andamento di un’olà da stadio. Un burattinaio in giallo che costringe i pendolari a rinculate e saltelli laterali, come a voleri ricollocarle secondo un suo schema mentale ben preciso… Oppure vuole solo rompere i coglioni…

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Storie di banchina e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Spazzamenti con ‘tenzion

  1. stravagaria ha detto:

    L’immagine dell’onda in movimento che segue la scopa mi fa sorridere ma il lavoro in sé è talmente ingrato che se anche “rompesse” un po’ mi sentirei di giustificarlo.

    "Mi piace"

  2. Guido Sperandio ha detto:

    Lui “rompe”, eh sì, ma nella sua ottica probabilmente siete voi, massa inerte-insonnolita-passiva, a ostacolare il suo lavoro e a “rompere”. (Mi sento sindacale)

    "Mi piace"

  3. gaberricci ha detto:

    Mi immagino ora questo gigantesco spazzino della stazione che sposta dei minuscoli pendolanti con la sua scopa.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...