Archivi categoria: Storie di treno

Gioco di mano gioco da villano

Adagiato sul sedile protende il gonfio ventre al soffitto, reclina la testa all’indietro, spalanca la bocca all’eccesso. Dorme l’uomo. Immobile. L’altro arriva dal nulla del vagone precedente e con delicato tocco gli scuote una spalla. Nulla. Insiste con rinnovato vigore. … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di treno | Contrassegnato , , | 12 commenti

Una notte da incubo

Di disastri ferroviari putroppo è piena la storia, ma questo – che ho scoperto grazie a Marzio Govoni – è singolare perchè parla di cratari di bombe, di scimmie e contadini sbranati. Siamo nella mia Emilia, ai confini di casa. … Continua a leggere

Pubblicato in Citazioni ferroviarie, Storie di treno | Contrassegnato , , , | 9 commenti

L’erba del vicino

La ragazza del primo pomeriggio lascia messaggi vocali al cellulare quando sale in carrozza il ragazzotto che la saluta con un’insolita stretta di mano per quell’età, tra uomo e donna. Il vagone è vuoto, fatta eccezione per una strana blogger … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di treno | Contrassegnato , , , , | 15 commenti

Controllo satellitare

Muscoli contratti per oppormi al treno in frenata, fisso in attesa il vetro riflettente delle porta ancora chiusa. Il cervello del primo mattino ha un solo neurone attivo e soffre probabilmente di narcolessia perché a tratti si spegne mandando in … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di treno, Vita da Pendolante | Contrassegnato , , , | 20 commenti

Penombra di graffiti

Il lato destro del vagone ha i finestrini oscurati dalle opere di graffitari ferroviari che dall’interno appaiono come macchie di colore confinate in margini confusi. La vernice filtra la luce in penombra che si incontra e fonde al centro della … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di treno, Vita da Pendolante | Contrassegnato , , | 15 commenti

Vegetali viaggianti

Non disturbano, non sporcano, non si muovono. Il condizionamento estivo li mantiene, ma basta sbagliare vagone e si afflosciano cotti dal caldo d’agosto.

Pubblicato in Storie di treno | Contrassegnato , , , | 12 commenti

Pendolari 2.0

È a vetri la porta dello scompartimento. Appena salita la ragazza le si parà davanti e attende un’ipotetica apertura automatica. Sorpresa dell’inefficienza del meccanismo guarda in alto in cerca di una fotocellula inesistente, quindi cerca un pulsante per l’apertura tastando … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di treno | Contrassegnato , , , | 25 commenti

Appena seduto nel vagone, nel caldo del primo pomeriggio, il ragazzo inizia a smanettare sullo smartcoso Le orecchie tappate da auricolari, entrambe le mani a reggere il cellulare, si gode il video selezionato. Eppure qualcosa lo turba. Senza muovere muscolo … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di treno | Contrassegnato , , , | 17 commenti

Il treno come la spiaggia

Niente riempie i tempi morti come La settimana enigmistica e il viaggio in treno è un tempo morto da far vivere di intessi, letture, chiacchiere. Uno sguardo al finestrino le ispirarsi e il nostro si è gettato a capofitto nella … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di treno | Contrassegnato , , , | 26 commenti

Gabbia da gatti

Sonnolento e silenzioso il mio vicino nel vagone ha il muso, ma non è di malumore, semmai leggermente infastidito dal movimento della gabbia in cui viaggia: una gabbia da gatti in una di matti. Tra trilli cellulari, chiacchiere pendolari, urti … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di treno | Contrassegnato , , , | 21 commenti