Archivi categoria: Vita da Pendolante

Il culo degli altri

Non lascia impronte sulla seduta, nessun avvallamento o conca, ma appena ti siedi sai che è stato lì. Quel caldo inconfondibile di corpo umano sale dal sedile alle tue terga, avvisandoti che c’erano, prima, quelle d’un altro. Il gelo dell’aria … Continua a leggere

Pubblicato in Insalubri Pendolanti, Vita da Pendolante | Contrassegnato , , | 12 commenti

Il pranzo pendolare

L’orario continuato costringe alcuni pendolari a consumare il pranzo ad ora tarda, arrangiandosi solitamente con una merenda abbondante, un frutto, un pasto leggero da recuperare alla sera con più ricca portata. Attendono a volte di rincasare per riempire lo stomaco, … Continua a leggere

Pubblicato in Vita da Pendolante | Contrassegnato , , | 9 commenti

I passeggiatori da binario

Oltre la fine la pensilina, il binario continua per centinaia di metri non meglio misurati. I podisti pendolari lo percorrono nelle due direzioni ogni mattina per intero, o fino a dove gli permette l’anticipo con cui sono arrivati in stazione … Continua a leggere

Pubblicato in Vita da Pendolante | Contrassegnato , , , | 9 commenti

Lettore con una piccola questione di cuore

Alessandro Robecchi. Una piccola questione di cuore. Sellerio

Pubblicato in Libri in treno, Vita da Pendolante | Contrassegnato , , , , | 2 commenti

Io, lei e l’altro

Tutt’altro che vuoto all’apertura delle porte, l’ascensore nel sottopasso risulta ingombro di tre grossi trolley e la donna che li accompagna. Freno la spinta della bici in ingresso, mi ritraggo e le sorrido e lei di rimando. Si chiudono le … Continua a leggere

Pubblicato in Vita da Pendolante | Contrassegnato , , , | 10 commenti

Il treno nei libri: Semiotica, pub e altri piaceri

Alexander McCall Smith. Semiotica, pub e altri piaceri. TEA, 2017. Berti si sedette con il viso schiacciato contro il finestrino, mentre suo padre si sistemava accanto a lui sul treno delle dieci in partenza dalla Waverley Station. Era stata una … Continua a leggere

Pubblicato in Il treno nei libri, Vita da Pendolante | Contrassegnato , , , | 4 commenti

La ballata dell’altoparlante

Fuori controllo l’altoparlante, senza sosta, lancia annuci ai viaggiatori: Il treno previsto al binario 4 arriverà al binario 5 … Il treno fermo al binario 2 non fa servizio passeggeri … Il terno previsto al binario 1 ovest arriverà al … Continua a leggere

Pubblicato in Vita da Pendolante | Contrassegnato , , | 9 commenti

Resilienza pendolare

Al terzo giorno di rinnovato pendolarismo l’accumulo di ritardi al lavoro e di uscite anticipate è già in eccesso. Gli orari degli autobus non coincidono con quelli ferroviari e il treno del ritorno ieri se n’è andato senza di me, … Continua a leggere

Pubblicato in Vita da Pendolante | Contrassegnato , , , | 12 commenti

Lezioni di igiene con Fedeltà

Marco Missiroli. Fedeltà. Einaudi. Gli schermi al soffitto trasmettono lezioni di igiene ormai indigeste con una frequenza fastidiosa: mascherina, distanza, igienizzante, buon viaggio, geen pass. Primo aprile, primo viaggio dell’abbonamento post pandemico. Due anni d’assenza non hanno cambiato la stazione, … Continua a leggere

Pubblicato in Libri in treno, Vita da Pendolante | Contrassegnato , , , , | 7 commenti

Ritorno al treno

Languiva nel portafogli, scarica e inutile, da febbraio 2020. Continui i rinvii, i propositi mancati, ma infine è giunta l’ora di ricaricare la tessera d’abbonamento a Trenitalia. Da aprile si torna a pendolare. L’ingresso in stazione viene vidimato dal controllo … Continua a leggere

Pubblicato in Vita da Pendolante | Contrassegnato , , , | 12 commenti